Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, Complanare: ok della giunta comunale al progetto di fattibilità del secondo stralcio

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Sì della giunta comunale di Orvieto, in provincia di Terni, al progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione del secondo stralcio della Complanare ,con cui si definisce il nuovo tracciato dell’infrastruttura viaria.

Due gli assi principali, per una lunghezza complessiva di 3,3 chilometri, e due anche le rotatorie previste, oltre ai rami di ricucitura con la viabilità esistente.

 

Il tratto interessato ha come punto iniziale la rotatoria del raccordo stradale tra la statale 205 Amerina e la 71 Umbro-Casentinese, nei pressi del ponte Pertini, e si estende in direzione nord-ovest verso l’area industriale di Bardano. La quasi totalità del percorso occupa la zona tra l’A1 e il Paglia.

Il tracciato planimetrico è stato studiato in modo da garantire una fascia di rispetto di 60 metri dal limite esterno dell’autostrada. Importo complessivo, 8 milioni di euro. Nell’intervento è prevista anche la realizzazione di un nuovo ponte in corrispondenza dell’attraversamento sul torrente Albergo la Nona di lunghezza pari a 42,5 metri ripartita su un’unica campata.

Dopo l’approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, l’opera verrà inserita nella programmazione triennale dei lavori pubblici in attesa della conclusione dell’iter della variante al Prg che consentirà la definitiva approvazione del progetto da parte del consiglio comunale.

 

Secondo i pareri di competenza espressi da Regione, Arpa, Usl Umbria 2 e Provincia di Terni, per la realizzazione dell’opera non si rende necessario l’avvio della procedura di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica della variante al Prg, poiché l’intervento interessa aree oggetto di un procedimento di variante già precedentemente avviato.

“A luglio 2021 – annuncia l'assessore ai Lavori pubblici, Piergiorgio Pizzo – porteremo in consiglio comunale la variante al Piano regolatore generale che riguarda non solo questo lotto ma anche il completamento della Complanare con il tratto di raccordo tra l’area industriale di Bardano e i comuni di Allerona e Castel Viscardo. Successivamente procederemo in maniera integrata al bando per la progettazione definitiva, esecutiva e all’affidamento dei lavori con l’obiettivo di partire con il cantiere nel 2022”.