Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, movida molesta: multe a bar e clienti

  • a
  • a
  • a

Ragazzini molesti che vomitano peri i vicoli del centro storico perché hanno bevuto troppo. Giovani rissosi che molto spesso vengono alle mani a causa dell’abuso di alcol. Di certo il fenomeno pesa, e parecchio, sulla gestione della movida molesta in centro storico che ha portato il sindaco ad adottare un’ordinanza anti-alcol e l’assessore alla sicurezza a disporre dei veri e propri posti di blocco con tanto di alcoltest in uscita dall’acropoli.

 


Intanto nella notte tra venerdì e sabato sono state fatte quattro multe proprio a causa dell’alcol. Gli agenti della polizia locale alla guida del comandante Nicoletta Caponi, hanno sanzionato due ragazzi perché trovati a consumare alcolici in piazza Danti attorno a mezzanotte e mezza quando invece, secondo l’ordinanza del sindaco, dopo le 23 si può bere ma solo seduti ai tavoli dei locali. Il provvedimento era stato adottato proprio per evitare o mitigare gli assembramenti che tradizionalmente si creano nel triangolo tra piazza Danti, via Bartolo e piazza Piccinino. Ed è proprio lì che due ragazzi sono stati beccati a bere. Contestualmente i poliziotti hanno provveduto al controllo del locale he gli aveva appena venduto le bevande e anche per il titolare è scattata la prevista multa di 450 euro. 

 


Non sono i soli ad essere stati sanzionati: anche un ragazzo di origine gambiana è stato multato per ubriachezza molesta. 
Sempre nella serata di venerdì i poliziotti hanno fatto 10 multe per sosta selvaggia e fatto rimuovere due automobili che bloccavano l’ingresso per i passi carrabili. I residenti racconta di un’altra notte all’insegna degli schiamazzi e dei ragazzini che non hanno rispetto per i residenti. Un cittadino che vive in via Mattioli parla di “stesso identico scenario di tutti i weekend. Sotto la mia finestra sono stati a fare rumore almeno fino all’una di notte. Si passavano le canne”. Adesso vedremo se l’etilometro potrà funzionare da deterrente. Anche se è ovvio che questo riguarda solo i patentati maggiorenni e a ubriacarsi molto spesso sono anche i minori.