Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, arriva la troupe di Gabriele Salvatores per girare il video da portare all'Expo Dubai

  • a
  • a
  • a

Il regista Gabriele Salvatores arriva in Umbria per realizzare le immagini che saranno proposte all’Expo di Dubai. Ad annunciarlo è la presidente della Regione, Donatella Tesei, che in queste ore sta definendo, con gli assessorati al Turismo e allo Sviluppo economico, le peculiarità della regione che saranno proposte al regista premio Oscar scelto da una commissione presieduta dallo scrittore Sandro Veronesi per raccontare il Paese ai visitatori che dal primo ottobre visiteranno il padiglione Italia.L’Umbria è una regione dove si amalgamano ingredienti di prima qualità, eterogenei, ma perfettamente e armoniosamente uniti tra di loro - evidenzia Tesei - Dall’aspetto naturalistico a quello architettonico, passando per l’enogastronomia, la grande l’offerta della piccola Umbria è ricca di qualità che offre generosamente a chi la visita e a chi la sceglie come sua casa. Ingredienti che si prestano perfettamente ad essere protagonisti delle riprese attraverso le quali, lo straordinario regista Gabriele Salvatores, mostrerà al meglio le nostre realtà regionali. Expo sarà un’iniezione di fiducia per tutti, una riapertura verso la normalità di cui la pandemia ci ha privati a lungo”. Dello stesso parere l’assessore Michele Fioroni: “L’expo rappresenta una straordinaria vetrina per raccontare al mondo cosa è l’Italia - evidenzia - una terra la cui autenticità può solo che essere amplificata nel suo potere evocativo da un grande maestro del cinema come Gabriele Salvatores.

 

 

La Regione Umbria potrà dare un importante contributo ad un percorso di narrazione in cui il saper fare autenticità e bellezza rappresentano i temi di sfondo”. In queste settimane le troupe di Salvatores attraverseranno le 15 regioni che saranno presenti a Dubai per realizzare il progetto “La bellezza unisce le persone” che a sua volta declina il claim dell’esposizione universale “Connettere le menti, creare il futuro”. Il racconto costruito dal regista prevede una serie di contenuti altamente scenografici e d'impatto che saranno visibili in due diverse sezioni del percorso del Padiglione Italia: il Belvedere, con proiezioni a 360 gradi dei paesaggi e dei luoghi più suggestivi, e il Saper fare italiano, raccontato su uno schermo di 100 metri quadrati e capace di mostrare al visitatore il meglio delle artigiane, dell’agroalimentare, della meccanica, del design e dell’esercizio delle tecnologie più sofisticate. 

 

 

All’Umbria e alle altre 14 regioni aderenti al progetto (il più alto numero che l’Italia abbia mai portato ad una Esposizione Universale fuori dal nostro Paese), è inoltre dedicata un’intera sezione del sito del Padiglione Italia : uno spazio aggiornato quotidianamente con i contenuti che arricchiscono l’esperienza dei territori italiani a Expo Dubai nella quale in maniera semplice e intuitiva sarà possibile conoscere tutte le notizie relative alle regioni coinvolte e consultare le pagine dei loro siti istituzionali dedicate all’esposizione universale.