Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello: movida violenta, rissa in centro con un ferito grave e un arresto

  • a
  • a
  • a

I carabinieri del radiomobile di Città di Castello, hanno arrestato un giovane italiano e denunciato uno straniero, per il reato di rissa. Nella notte tra giovedì 17 e venerdì 18 giugno, infatti, in una delle piazze della movida di Città di Castello è scaturita una rissa per futili motivi tra alcuni ragazzi. I militari hanno subito prestato le cure ad un giovane straniero ancora in terra a causa di una profonda ferita lacero contusa alla testa e nonostante la confusione ed il fuggi fuggi generale, sono anche riusciti a fermare un giovane italiano coinvolto nell’evento, come comprovato da una ferita lacero contusa allo zigomo sinistro. Il giovane gravemente ferito, è stato condotto all’ospedale di Città di Castello e sottoposto ad un intervento chirurgico per ridurre la lesione. Il ragazzo fermato è stato tratto in arresto e tradotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo previsto nella mattinata di sabato 19 giugno.

 

 

Immediata ordinanza del sindaco, Luciano Bacchetta, che ha disposto limitazioni in materia di vendita e somministrazione di bevande alcooliche, utilizzo di contenitori di vetro e lattine per tutto il periodo ricompreso da venerdi 18 giugno a lunedi 5 luglio all’interno del territorio delimitato dalle mura urbiche. “Al fine di assicurare il soddisfacimento delle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, nonché dell'ambiente e del patrimonio culturale, le condizioni di vivibilità e convivenza civile dei residenti – si legge nell’ordinanza - è vietato, dalle ore 22 alle 6 del giorno successivo, nelle giornate di giovedì, venerdì, sabato e domenica, consumare in luogo pubblico bevande contenute in contenitori di vetro o metallo. E’ vietato, dalle ore 22 alle ore 6 del giorno successivo, nelle giornate di giovedì, venerdì, sabato e domenica, agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e di commercio in sede fissa, ambulante su aree pubbliche, tramite distributori automatici, nonché alle attività artigianali, vendere e comunque distribuire, a qualsiasi titolo, per asporto, bevande in contenitori di vetro o metallo.

 

 

E’ vietato, dalle ore 22 fino alle ore 6 del giorno successivo, nelle giornate di giovedì, venerdì, sabato e domenica, agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e di commercio in sede fissa, ambulante su aree pubbliche, tramite distributori automatici, nonché alle attività artigianali, vendere e comunque distribuire, a qualsiasi titolo, per asporto, prodotti alcolici di qualunque gradazione. E’ vietato, dalle ore 1 fino alle ore 6 nelle giornate di venerdì, sabato, domenica e lunedì, agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e di commercio in sede fissa e/o ambulante su aree pubbliche, tramite distributori automatici, nonché alle attività artigianali, vendere distribuire o somministrare, a qualsiasi titolo, prodotti alcolici di qualunque gradazione".