Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lite in strada, si scaglia con un machete contro il rivale e danneggia le auto in sosta

Paolo Puletti
  • a
  • a
  • a

Un regolamento di conti, per il mancato rispetto di un pagamento, la cui origine è ancora tutta da accertare, sarebbe stata la causa scatenante di un grave episodio che si è verificato nella notte tra lunedì e martedì scorsi. Un marocchino si è scagliato con un machete contro un tunisino in via del Polacchino nel popoloso quartiere La Tina, a Città di Castello. I due si sarebbero incontrati a notte inoltrata. Prima l’attenzione dei residenti è stata attirata da forti schiamazzi e urla, poi però la situazione è degenerata in quanto il marocchino ha brandito un machete con una lama lunga 40 centimetri contro il tunisino.

 

 

La paura per quanto stava accadendo è aumentata tra i residenti quando l’uomo, originario del Marocco, oltre a minacciare il suo “rivale” con il machete, in preda alla rabbia si è messo anche a dare calci e pugni alle auto in sosta, danneggiandole. La furia dell’esagitato sarebbe montata durante una lite nata tra i due. I residenti, dalle loro abitazioni, hanno chiamato le centrali operative richiedendo l’intervento immediato delle forze dell’ordine temendo il peggio. Sul posto, in tempo per non far precipitare la situazione e fermare il potenziale aggressore, sono arrivate le volanti della polizia di Stato e, in ausilio, anche una pattuglia dei carabinieri

 

 

Il marocchino è stato bloccato, gli è stato tolto il machete e quindi è stato poi portato al commissariato tifernate, per essere ascoltato per capire il motivo scatenante di questo comportamento molto grave e che sarebbe potuto degenerare ulteriormente. Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato denunciato a piede libero per minacce aggravate e per porto abusivo di armi atte a offendere. Il machete gli è stato immediatamente sequestrato. L’uomo, in regola con il permesso di soggiorno, era in attesa di ottenere la cittadinanza italiana, quanto accaduto potrebbe quindi pregiudicare definitivamente l’iter per ottenerla.