Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super Cinema Estate 2021, in Umbria le arene fanno rete per una stagione da grande schermo

  • a
  • a
  • a

Gli esercenti cinematografici indipendenti dell’Umbria hanno fatto rete per l’allestimento delle arene estive. “Dopo una ripresa lenta in sala per l’assenza di nuove uscite, si è deciso di potenziare la fruizione all’aperto”, esordisce Riccardo Bizzarri, presidente di Anec Umbria. Da qui è nato il format Super Cinema Estate 2021, il cinema sotto le stelle presentato ai Giardini del Frontone di Perugia “Super Cinema Estate 2021, il cinema sotto le stelle”, un progetto di Anec Umbria pensato per il cinema estivo all’aperto, un format umbro di successo promosso dagli esercenti professionisti di tutte le sale indipendenti regionali. La programmazione coinvolge dieci città umbre e dodici arene: Cinelido Esperia di Bastia Umbra, Roccacinema di Castiglione del Lago, la Nuova Arena di Città di Castello, l’Arena Giardino Supercinema Clarici di Foligno, il Cinema in Giardino di Marsciano, l’Arena Cinematografica Itinerante di Perugia, i Giardini del Frontone di Perugia, la rassegna D'essai d'estate al Chiostro di San Fiorenzo a Perugia, lo Spazio Collicola di Spoleto, l’Arena Nido dell'Aquila di Todi, il Cinema con Vista di Trevi e l'Estate in Piattaforma di Umbertide. “Abbiamo voluto dare continuità a questa rete – ha specificato Piero Sacco, vice presidente Anec – dopo la positiva esperienza dello scorso anno. Quest’anno siamo in una situazione migliore e crediamo di dare una positiva immagine di unità”. “Il progetto Super Cinema Estate è un’operazione che unisce e non mette in competizione gli esercenti tra di loro, agendo in sinergia - ha proseguito Bizzarri -. Il ministero, poi, sta spingendo sulle arene”.

 

 

Per gli esercenti umbri però occorrerebbe un sostegno concreto della Regione Umbria, che ancora non ha deciso in merito all’erogazione di un contributo, come invece accadde nel 2020: “Siamo tutti in attesa", hanno detto insieme. Ma come saranno le regole all’interno delle arene umbre? “Le attività – ha spiegato Sacco – si svolgono seguendo le disposizioni del Governo, della Regione e dei Comuni. Abbiamo previsto l’adeguamento alla normativa legata all’emergenza Covid-19, come, ad esempio il distanziamento, il contingentamento degli ingressi, la sanificazione di ogni posto poco prima dell’inizio degli spettacoli, l’uso di mascherine durante l’ingresso e nel tragitto degli spettatori verso il posto a sedere”. La mascherina si potrà togliere una volta seduti e si dovranno mantenere liberi due posti a fianco di ogni spettatore con la sola eccezione dei componenti dei nuclei familiari che possono stare vicini tra loro: in questo modo le capienze scenderanno di circa 2/3 per consentire una visione sicura e rilassante. 
Oltre mille posti sotto le stelle in questa estate a tutto cinema.