Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il miglior oratore d'Italia è uno studente di Umbertide

  • a
  • a
  • a

E' del campus Da Vinci di Umbertide il miglior oratore in Italia. E’ questo il riconoscimento ottenuto da Yanis Zebala, studente della 5A del liceo scientifico Cambridge dell'istituto superiore umbertidese giudicato il miglior debater (oratore in italiano), su 380 partecipanti al primo torneo nazionale, organizzato dalla società nazionale debate Italia e svoltosi in modalità online.

 

 

 

Il debate (ovvero dibattito, l’oratoria) è una metodologia didattica innovativa che ha come obiettivo il saper pensare in modo creativo e rispondere in modo efficace ed adeguato. Consiste in un dibattito, svolto con tempi e regole prestabiliti, nel quale due squadre di studenti sostengono e controbattono un'affermazione o un argomento assegnato, ponendosi in un campo a favore o in un altro contrario. Un risultato personale che non ci sarebbe stato senza Eleonora Moretti 5 All, Alessia Galletta 4 Als e Lorenzo Pierfederici 4 Bls Cambridge, gli altri componenti della squadra del Campus, la quale, a colpi di argomentazioni e confutazioni ha sfidato agguerritissime squadre provenienti da tutta Italia e che, pur mancando di pochissimo la qualificazione alle fasi finali, si è posizionata tra le prime sei per punteggio ricevuto. Yanis Zebala, è stato premiato, insieme alle squadre finaliste del torneo, durante la cerimonia di chiusura.

 

 

 

Alla cerimonia è intervenuto, con un videomessaggio, il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, il quale ha riconosciuto nel debate una palestra di democrazia che rende i giovani più consapevoli avvicinandoli alle Istituzioni. A Yanis è stato consegnato virtualmente il trofeo che lo ha laureato best debater e un invito a Bruxelles per una visita guidata al palazzo della Commissione Europea e a Strasburgo per assistere ad una seduta del Parlamento europeo. Il trofeo, giunto al Campus Da Vinci, è stato materialmente consegnato dalla preside, Franca Burzigotti, la quale si è complimentata con il vincitore e con tutta la squadra che ha rappresentato il Campus.