Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, Vittorio Sgarbi torna a Gualdo Tadino

Salvatore Zenobi
  • a
  • a
  • a

E’ tornato a Gualdo Tadino, Vittorio Sgarbi e con lui una mostra di respiro nazionale, segno di una ripresa dopo l’emergenza Covid e le relative chiusure di musei e spazi espositivi. Sabato 12 giugno il taglio del nastro di “Come in una risacca” mostra di Anna Morroni, curata da Catia Monacelli, collocata nella chiesa di San Francesco.

 

 

Sarà, infatti, la monumentale chiesa del centro storico ad ospitare le opere sino al 25 luglio. “Gualdo Tadino con un contenitore come San Francesco, se saprà dare continuità agli eventi di questi ultimi anni, si candida ad essere una vetrina importante per gli artisti in Italia”, ha sottolineato Vittorio Sgarbi nel tagliare il nastro, ricordando le mostre di Ventrone, di Ligabue, su Eros “finita nella morsa della censura di Facebook e salita alla ribalta nazionale”.

 

 

Sgarbi ha ricordato la sua prima visita in città nel 2004, l’incontro con l’allora sindaco Rolando Pinacoli per la mostra di Matteo da Gualdo. “L’augurio è di continuare e di alzare il tiro, viste le potenzialità che hanno questo tipo di iniziative”, ha ribadito Sgarbi, che sulle opere di Anna Morroni ha parlato di “un’artista che ha ben definito il proprio stile” che pone al centro la donna come “domina” invitando a visitare la mostra per cogliere appieno il valore delle opere dell’artista che ha origini gualdesi. Infatti, Anna Berardi, questo il nome all’anagrafe è nata a Gualdo Tadino e ha frequentato l’Accademia di belle arti di Perugia, sotto la guida di Gerardo Dottori. Oggi vive e lavora tra il suo atelier di Grottaferrata, a Roma, e quello di Lugano, in Svizzera. La stessa Anna Morroni, nel suo intervento, ha detto di sentirsi tornata a casa, ringraziando amministrazione comunale, polo museale, Sgarbi e Andrea Barretta.  Soddisfatti il sindaco, Massimiliano Presciutti, e l’assessore alla Cultura, Barbara Bucari. La mostra sarà visitabile da giovedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.