Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, perseguita la ragazza con cui vuole avere una relazione: a processo

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

A processo per atti persecutori. E’ quanto ha deciso il gup, Angela Avila, al termine dell’udienza preliminare nei confronti di un 27enne di origine albanese, residente nell’hinterland perugino. Il ragazzo, difeso dall’avvocato, Delfo Berretti, è accusato di aver perseguitato la parte offesa, “che - sta scritto nel capo di imputazione - voleva convincere ad avere una relazione con lui”. In particolare, secondo il pm, Laura Reale, il ragazzo l’avrebbe “seguita, costringendola alla di lui presenza, presentandosi presso i luoghi da lei frequentati senza preavviso e controllandone i movimenti, tanto da impedirle di svolgere serenamente le attività quotidiane e da indurla a cambiare le sue abitudini per evitare di incontrarlo”.

 

In particolare, il magistrato cita un suo “tentativo di costringerla a non vedere più i compagni di scuola”, “nell’assumere atteggiamento possessivo presentandosi ogni volta nei luoghi frequentati da lei e dai suoi amici e dicendo chiunque si avvicina lo ammazzo di botte, lo lascio su una pozza di sangue “ e infine, nel “cercare di incrociarla aspettandola sotto casa”.

 

L’avvocato del ragazzo però ha raccontato una storia almeno parzialmente diversa spiegando in aula che i messaggi erano reciproci e non c’era persecuzione e che la loro amicizia era già andata oltre in diverse occasioni. Che la stessa parte offesa si era dimostrata gelosa in alcune occasioni e che, nello stesso periodo in cui per l’accusa si sarebbero verificate le condotte persecutorie, in realtà il rapporto era diverso. L’avvocato ha inoltre contestato che le chat prodotte dalla parte offesa sono parziali con delle parti omesse. Parti che, sempre per la tesi difensiva, avrebbero contribuito a dare una lettura diversa a quanto accaduto. Per tutti questi motivi il difensore aveva chiesto il non luogo a procedere, ma il gup, Angela Avila, ha ritenuto necessario il vaglio dibattimentale e ha rinviato a giudizio il ragazzo.