Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ordinanza, da lunedì 7 giugno in zona bianca Umbria, Veneto, Liguria e Abruzzo

  • a
  • a
  • a

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 7 giugno. Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passano in zona bianca. Lo rende noto il dicastero della Salute.

 "Il trend, se confermato, mostra che nella seconda metà di giugno ci troveremo con quasi tutta l’Italia in zona bianca". ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico nel Paese.

 

 

"L’impatto delle vaccinazioni sul numero di infezioni, ricoveri e decessi 'è estremamente significativo'", ha affermato.  Il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico nel Paese, ha chiarito  poi che "l’età mediana dei nuovi casi di Covid-19 è in lieve diminuzione sotto i 40 anni, come la scorsa estate. Scende anche l’età media dei ricoveri in ospedale che arriva a 58 anni."

 Il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico nel Paese ha sottolineato che sullo stop all’obbligo di mascherina in alcuni contesti sociali "non si è ancora discusso. È un traguardo raggiungibile che dobbiamo cercare di perseguire nel tempo più breve possibile", ha poi aggiunto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro. Dunque "dobbiamo vaccinare il più possibile nel mese di giugno" per poter allentare le misure, magari da luglio".

 

 

"Nessuno ha la formula magica per dire quando si può togliere la mascherina. Il punto è fare in modo che se c’è una persona positiva la maggioranza delle persone attorno sia protetta, quindi la possibilità di trasmissione del virus sia completamente limitata. Questo può consentire poi di allentare anche le misure di protezione come possono essere le mascherine, anche in contesti dove si possono incontrare altre persone. Credo che dobbiamo dunque lavorare molto in questo mese di giugno per raggiungere a luglio la percentuale più alta possibile di popolazione vaccinata a cui vanno aggiunte le persone che hanno contratto l’infezione e sviluppato immunità", ha affermato Brusaferro.