Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, serenata tricolore per nonna Lisa: 109 anni

  • a
  • a
  • a

Una serenata tricolore, patriottica per nonna “Lisa” Luisa Zappitelli, 109 anni, nel giorno simbolo per il Paese, il 2 giugno. Bellissimo gesto di grande umanità e affetto quello messo in atto a Città di Castello prima dell’ora di pranzo dal maestro Fabio Battistelli, noto clarinettista protagonista di numerose iniziative e concerti a distanza durante il lockdown: si è esibito con il suo strumento sotto la finestra della nonna d’Italia ed in suo onore gli ha interpretato l’Inno di Mameli e altri brani, colonne sonore della storia nazionale.

 

 

Un mini-concerto improvvisato in giardino per regalare alla celebre concittadina alcuni istanti di gioia e di condivisione di valori comuni. Lei, la ultracentenaria (è nata l’8 novembre 1911 a Città di Castello) icona dei diritti delle donne e dei valori della patria ha assistito dalla sua finestra compiaciuta come in platea o in un palco del teatro esibendo con orgoglio la bandiera che sventola anche nella terrazza della propria abitazione nel quartiere San Pio X dove vive con la figlia, Anna Ercolani ed il cagnolino “Orzo”. Al termine dell’esibizione, che ha catalizzato l’attenzione anche di passanti e vicini di casa, nonna Lisa come sempre ha dispensato saluti, sorrisi e appelli di gioia: “W la Repubblica, viva l’Italia, viva il Presidente Mattarella”.

 

 

Commosso e convinto di avere compiuto una buona azione, il maestro Fabio Battistelli, ha dichiarato di essere “orgoglioso di questa improvvisata esibizione al cospetto di una grande donna, concittadina ed esempio per tutti in particolare per le giovani generazioni per i messaggi e valori che ogni volta trasmette in occasioni ufficiali simbolo della storia nazionale come il 25 aprile e il 2 giugno. “Appena ho saputo che nonna Luisa avrebbe gradito di buon grado sentire da vicino repertori musicali a lei tanto cari ed essendo impossibilitata a partecipare ad occasioni pubbliche come quella in programma nel centro storico di fronte alla torre civica, non ho esitato a farlo" ha precisato il maestro Battistelli.