Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ricostruzione a Spoleto, si stringono i tempi: via libera a quattro opere

  • a
  • a
  • a

Basilica San Salvatore patrimonio Unesco, teatro di San Nicolò e palazzetto Ancaiani entro la fine del 2021. Poi la scuola primaria Toscano di via Cerquiglia nei primi mesi del 2022. Sono questi i primi quattro cantieri da 6,8 milioni complessivi con cui sarà sbloccata la ricostruzione post sisma delle opere pubbliche per le quali, a distanza di quattro anni e mezzo dal sisma, a Spoleto come in tutto il cratere, finora non si è riusciti ad andare oltre la progettazione degli interventi di riparazione dei danni, peraltro non ancora arrivata ad approvazione esecutiva.

 

 

In particolare, secondo lo stato dell’arte tratteggiato con gli uffici tecnici del Comune, a coordinare la partita della ricostruzione anche privata è il dirigente Vincent Ottaviani, entro giugno sarà consegnato il progetto definitivo del teatro del complesso monumentale di San Nicolò (1,3 milioni) su cui un paio di settimane fa è stata archiviata la campagna di indagini geognostiche, dopodiché occorreranno altri 30 giorni per il progetto esecutivo e altri 60 per la gara, con il cronoprogramma che ha un’incognita, ossia i tempi di approvazione nella conferenza servizi in capo all’Ufficio speciale per la ricostruzione. Analoga la fotografia e l’iter per gli altri due cantieri pubblici che dovrebbero partire entro la fine dell’anno, la basilica patrimonio Unesco di San Salvatore (1,2 milioni) e palazzetto Ancaiani in piazza della Libertà, prima del sisma sede degli uffici della cultura e dell'accoglienza turistica (quasi 1,2 milioni), che però è in uno stato leggermente più avanzato, con il progetto definitivo che risulta in fase di validazione.

 

 

Per indicare la durata dei lavori veri e propri di questi tre cantieri occorrerà attendere la consegna degli elaborati tecnici, l'ipotesi è che possano protrarsi per circa un anno, forse anche meno. Atteso entro settembre, invece, il progetto preliminare della scuola elementare Toscano (3,1 milioni) che dovrà essere approvato dalla commissaria straordinaria Tiziana Tombesi. L'ambizione è di arrivare entro fine anno all'aggiudicazione, ma è più probabile che la ditta sarà individuata a inizio 2022.