Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Valentino Rossi all'Università di Perugia: ha testato tuta e casco nella galleria del vento dell'ateneo

Il responsabile, professor Castellani: “Era già venuto con Aprilia, giovanissimo. Orgogliosi di vederlo tornare ora da super campione”

  • a
  • a
  • a

Valentino Rossi ha trascorso un pomeriggio all’Università di Perugia. Il campione di Moto GP ha fatto tappa al dipartimento di Ingegneria dove ha testato le prestazioni aerodinamiche della tuta e del casco che utilizza in gara. Un pomeriggio di lavoro, dunque, nella galleria del vento Raffaele Balli dove, Rossi in sella alla sua moto Yamaha, ha lavorato per Dainese, con il supporto del team Yamaha MotoGP, per mettere a punto le prestazioni aerodinamiche della tuta e del casco e in generale dell’intero assetto da gara. 

 

 


A supervisionare il test è stato il responsabile del laboratorio, il professor Francesco Castellani, docente di Meccanica applicata alle macchine. Al suo fianco ha lavorato lo staff tecnico della galleria: Lorenzo Scappaticci, Matteo Becchetti, Roberto Pignattini e Francesco Natili.
Professor Castellani, arriva Valentino Rossi ed è subito prima pagina. Un risultato importante o normale routine per voi?
“Il fatto che oggi sia tornato Valentino Rossi, era già stato da noi con Aprilia quando era molto giovane, testimonia l’elevata qualità della nostro lavoro ma costantemente abbiamo a che fare coi più grandi piloti d’Italia. Valentino Rossi, comunque, è un’altra cosa: muove le montagne". 
Quando è nata la galleria del vento Raffaele Balli?
"Nel 1992 insieme al polo di Ingegneria e siamo entrati in piena efficienza alla fine degli anni Novanta -primi Duemila, allora abbiamo iniziato a testare le auto in scala, poi siamo passati anche alle moto". 
Da quando è responsabile scientifico del laboratorio quali sono stati i campioni che ha incontrato?
“Sono responsabile dal 2014 e ho avuto occasione di conoscere Marco Melandri, Max Biaggi, Jorge Lorenzo, lo stesso fratello di Valentino Rossi, Luca Marini. Siamo anche un punto di riferimento per il team di Fausto Gresini e la notizia della sua morte per Covid a febbraio ci ha colpiti profondamente".
Nel team di Rossi, anche un ex allievo dell’Unipg...
Sì, Rossi era accompagnato dal team manager Uccio Salucci e dall’ingegnerer Alessandro Cernicchi. Per Cernicchi è stato un ritorno a casa, visto che si è formato proprio presso il nostro dipartimento, laureandosi ingegnere meccanico e acquisendo le conoscenze di calcolo strutturale che poi gli hanno aperto le porte dell’Imperial College di Londra fino a raggiungere l’incarico di Homologation Coordinator del gruppo Dainese. Insomma, per noi è una grande soddisfazione".