Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, sequestro di persona sventato dalla polizia stradale lungo l'autostrada del sole: due arresti

  • a
  • a
  • a

La polizia stradale di Orvieto, in provincia di Terni, ha sventato un rapimento che era stato compiuto in provincia di Napoli, con un uomo – italiano e originario della zona – costretto con la forza a salire su un’auto da tre persone, risultate poi come personaggi già conosciuti alle forze dell’ordine.

Sono state alcune segnalazioni giunte martedì 25 maggio 2021 alla sala operativa della polizia stradale di Roma ad allertare i poliziotti su un probabile sequestro di persona avvenuto, come detto, nel Napoletano. Secondo le informazioni fornite, i rapitori e il sequestrato, stavano viaggiando a bordo di un’autovettura di colore scuro, con targa francese, in direzione nord Italia.  

 

A quel punto sono stati attivati immediatamente i servizi di controllo sul tratto autostradale di competenza e la polizia stradale di Orvieto, con il coordinamento del centro operativo di Fiano Romano, è riuscita, in tarda serata, ad intercettare il veicolo segnalato, sul quale viaggiavano quattro persone. Al momento del controllo agli agenti non è sfuggito lo sguardo di evidente sollievo di uno degli occupanti il quale, avvicinato da un poliziotto, ha sussurrato a bassa voce, con il timore di essere udito, di essere stato rapito.

Tutti gli occupanti del veicolo, tre uomini nati in Francia ma di origine maghrebina ed il sequestrato, un italiano di origini campane, sono stati accompagnati in ufficio per gli accertamenti del caso.

Qui la vittima ha sporto denuncia, raccontando i particolari del suo sequestro e riferendo che, con ogni probabilità, la ragione del gesto era da ricondurre a questioni di presunti crediti reclamati dai sequestratori.

 

Le successive indagini, che hanno visto impegnati gli uomini della Stradale di Orvieto, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Terni, hanno evidenziato che l’intenzione dei malviventi era quella di condurre il sequestrato in Francia per liberarlo solo una volta che il riscatto fosse stato pagato.

Gli accertamenti effettuati hanno evidenziato lo spessore criminale dei sequestratori di caratura internazionale e, alla luce di quanto accertato, due dei tre rapinatori sono stati arrestati, con l’accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione, mentre nei confronti del terzo al momento sono ancora in corso le indagini per chiarirne la posizione nella grave vicenda.