Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carla Fracci, la sindaca Tardani: "Orvieto ricorderà la grande étoile". L'attrice Mastronardi: "Addio signora della danza"

David Pompei
  • a
  • a
  • a

“La notizia della scomparsa di Carla Fracci, icona della danza classica a livello mondiale ci addolora come italiani orgogliosi di una figura di così grande spessore artistico, ma ci rattrista profondamente anche come comunità orvietana. Purtroppo non abbiamo ricordi diretti della grande étoile, se non quelli condivisi con l’immensa platea di estimatori internazionali, ma sapere che c’è un po’ di questa nostra straordinaria città a ricordare, per immagini, la sua storia ci onora e ci avvicina, in questo momento, ai suoi familiari ed amici”. Così Roberta Tardani, sindaco di Orvieto, la città dell'Umbria che, a marzo scorso, aveva fatto da set alle riprese di Carla, il film tv in lavorazione dedicato proprio alla vita dell'étoile, considerata tra le più grandi artiste del '900. Tre le settimane di permanenza di cast e troupe sulla Rupe. Un centinaio, in tutto, le persone. Oltre duecento le comparse locali impiegate. Coinvolte anche scuole di danza e altre realtà locali, nonché alberghi e ristoranti per i servizi di ospitalità e vitto che hanno beneficiato di un’attività in loco importante soprattutto in un tempi di restrizioni. 

Numerose le location cittadine scelte per ricreare ambientazioni e atmosfere tra gli anni '50 e '70 che hanno consacrato la regina del balletto italiano e internazionale. Tra i luoghi che hanno ospitato il set, principalmente il Teatro Mancinelli e l’ex Caserma Piave, dove sono stati riprodotti una sala prove e i camerini, nonché la balera dove Carla Fracci, da piccola, andava insieme ai genitori. Altri ambienti dislocati nei dintorni della città sono stati utilizzati per altrettanti adattamenti location all’interno del film tv. Quello che l'occhio del regista Emanuele Imbucci è riuscito a catturare per la co-produzione Rai Fiction-Anele si vedrà non prima dell'autunno, in prima serata, su Raiuno.

Sullo schermo il volto, pulito ed intenso, sarà quello di Alessandra Mastronardi. Nel giorno della scomparsa di Carla Fracci, l'attrice romana, di origini napoletane, 35 anni compiuti a febbraio, nota ai più per i ruoli di Eva Cudicini nella serie tv I Cesaroni e per quello di Alice Allevi ne L'Allieva ha pubblicato un paio di scatti che le ritraggono insieme sul set. E parole emozionate. "Come una libellula ferma nell'aria, ma con le ali in perenne impercettibile movimento, leggera e nello stesso tempo fortissima, elegante, bellissima, sei andata via così... tu che le amavi così tanto le libellule. Penso a te, cara Carla. È un giorno triste per tutti noi. Ci hai lasciato un meraviglioso messaggio, che con il vero lavoro, i sacrifici, cuore e dedizione i sogni diventano più tangibili e veri. Addio, dolce Signora della danza. È stato oltre più che un onore avere avuto la possibilità di poter entrare nelle tue scarpette".