Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, il Festival dei Due Mondi cerca lavoratori

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Per gli otto lavoratori dello spettacolo che lo scorso anno restarono fuori dalle maestranze del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la possibilità di rientrare a pieno titolo tra le maestranze dell’edizione 2021 ora si fa più concreta.

 

 

 

Sul sito della Fondazione Festival è stato pubblicato un avviso finalizzato a reclutare figure professionali come direttore di scena, macchinista, elettricista, attrezzista, fonico, sarto o sarta teatrale, facchino e allievo tecnico. “Una novità assoluta che accogliamo con grande favore”, commenta Riccardo Maria Gradassi, segretario regionale di Uilcom Umbria che insieme a Paolo Pierantoni, segretario generale della stessa organizzazione sindacale, avevano avuto rassicurazione che ciò sarebbe accaduto dalla direttrice artistica Monique Veaute, presente al tavolo nell’incontro svoltosi una decina di giorni fa.
“Devo dire che la nuova dirigenza della Fondazione Festival è stata di parola – aggiunge – ma soprattutto che almeno ci sarà la possibilità per tutti i lavoratori dello spettacolo di Spoleto di lavorare per la manifestazione culturale più importante della nostra città”. Già, anche per gli otto tra direttori di scena, macchinisti ed elettricisti che, appunto, lo scorso anno restarono fuori dallo staff tecnico del Festival dei Due Mondi. Nell’avviso, in particolare, è scritto che da parte della Fondazione Festival c’è “l’esigenza di formare un elenco di figure professionali disponibili da utilizzare per eventuali assunzioni a tempo determinato di tecnici teatrali stagionali per la realizzazione della 64esima edizione del Festival dei Due Mondi”, cita testualmente il documento. Così da poter “essere inserite in un elenco in via di formazione da utilizzare per eventuali assunzioni a tempo determinato di personale tecnico stagionale per le esigenze di produzione ed organizzative”.

 

 

 

Gli interessati potranno far pervenire la dichiarazione di disponibilità entro le 18 del primo giugno. Decisamente una buona notizia che si inserisce nel solco delle dichiarazioni fatta dalla neo direttrice artistica Veaute, che in ogni sede ha ribadito di voler valorizzare le risorse locali.