Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, Antonino Ruggiano pronto a ricandidarsi sindaco di Todi

Aldo Spaccatini
  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, è pronto a ricandidarsi a primo cittadino. Anche se le prossime elezioni amministrative si terranno nel 2022, fra le forze politiche tuderti sono già iniziate le grandi manovre in tema di amministrative. Mentre il Partito democratico sembra avviato verso le primarie, ma ancora c’è da decidere, sul fronte opposto Antonino Ruggiano, sindaco uscente, offre la sua disponibilità a un nuovo mandato. “Mi piacerebbe portare a buon fine alcuni progetti importanti che sono stati solo in parte realizzati ma, ovviamente, la mia candidatura dovrà essere sostenuta anche dalle forze politiche che costituiscono l’attuale maggioranza”.

Un messaggio chiaro, quindi, che potrebbe far muovere tutta una serie di pedine all’interno degli schieramenti. “Abbiamo attraversato un periodo molto difficile - continua il primo cittadino - ma anche grazie al comportamento dei tuderti lo stiamo superando e gli anni che ci attendono dovranno essere molto positivi per la nostra città anche grazie agli aiuti economici che ci giungeranno dall’Europa. Insomma una bella scommessa di cui mi piacerebbe essere protagonista”.  E c’è soprattutto un aspetto fra i progetti che dovranno essere portati a termine entro il 2026 al quale Ruggiano tiene particolarmente: “La rigenerazione urbana dei centri storici, un obiettivo di importanza primaria che sarà decisivo per Todi”.

Se da una parte è comprensibile il desiderio di Ruggiano di portare a termine quanto iniziato e di realizzare progetti destinati a segnare il futuro della città, è indubbio che l’ultimo anno sia stato molto difficile e costellato da pesanti difficoltà. Ma il sindaco sa perfettamente qual è la spinta che lo motiva a mettersi di nuovo in gioco. “Il mio amore per Todi che non è mai venuto meno”, dichiara. La disponibilità a candidarsi espressa da Antonino Ruggiano spingerà, inevitabilmente, il centrosinistra a stringere i tempi con un nome ufficiale che potrebbe maturare prima del previsto.