Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, il mondo della scuola protagonista della festa della Palombella in duomo

  • a
  • a
  • a

Un simbolo di libertà, speranza e fiducia da affidare a giovani, insegnanti e famiglie. Nella domenica di Pentecoste, Orvieto investe di questi sentimenti la festa della Palombella. Una tradizione secolare che, per il secondo anno, non avverrà secondo il consueto cerimoniale. Non è stato, infatti, allestito il baldacchino sul quale scende la colomba bianca, simbolo dello Spirito Santo, che in segno augurale viene donata ad una coppia di sposi novelli.

L'anno scorso fu consegnata al personale del Santa Maria della Stella in segno di gratitudine per il lavoro svolto da medici e infermieri in tutta Italia per combattere il Coronavirus. Quest'anno, invece, sarà consegnata simbolicamente a Cristiana Casaburo e Carmela Rita Vessella, dirigenti scolastiche rispettivamente dell'Istituto d’istruzione superiore, artistica, classica e professionale e dell'Istituto d’istruzione superiore scientifico e tecnico, e ad una rappresentanza di studenti che più hanno sofferto i disagi della didattica a distanza. “Questa consegna speciale della Palombella - afferma il presidente dell'Opera del Duomo, Andrea Taddei - vuole essere anche un segno di vicinanza a tutte le famiglie che, in questo lungo anno scolastico, hanno combattuto una sfida imprevedibile. Dai nonni ai genitori, fino alle nuove generazioni, è un patrimonio di valori sul quale la nostra comunità si è difesa e ora sta trovando la forza per rinascere”. La cerimonia simbolica di consegna avverrà domenica 23 maggio, alle 12, in duomo, al termine della messa presieduta da monsignor Gualtiero Sigismondi, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi, che ha scelto anche il tema “Amici perché fratelli”, che ha ispirato l'infiorata realizzata ieri all'interno della cattedrale dagli infioratori del Comitato cittadino dei quartieri. Secondo le normative in vigore, in duomo, durante la celebrazione delle 11, potranno essere presenti solamente coloro che saranno muniti di apposito permesso-invito. La celebrazione sarà, comunque, trasmessa in diretta televisiva e sui social dall’emittente RtuAquesio.

Sul canale YouTube dell'Unitre sarà, invece, possibile rivedere la piccola cerimonia che si è svolta ieri pomeriggio nella chiesa di San Domenico che, d'ora in poi, ospiterà in maniera permanente l'opera Un fiore per la città realizzata dal compianto artista Santo Vincenzo Ciconte con i simboli dei quartieri e dello stemma comunale e, al centro, il logo di Orvieto in fiore.