Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Passignano sul Trasimeno, annullato il Palio delle Barche a causa del Covid

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Palio del Giogo di Magione e Palio delle Barche di Passignano: anche per il 2021 il Covid ferma due degli eventi più attesi per l’estate al Trasimeno. Dopo lo stop dello scorso anno, nessuno avrebbe immaginato che la situazione si sarebbe potuta ripetere. Ma il Covid non è ancora alle spalle, e gli organizzatori hanno preso la decisione di annullare le due manifestazioni per il secondo anno consecutivo.

 

 

“La Settimana Magionese, così come si è svolta fino al 2019, non potrà tenersi – commenta il presidente della Pro loco di Magione, Andrea Biagini – per questo, anche il Palio del Giogo viene annullato. È una decisione molto sofferta, alla quale non saremmo voluti arrivare. Noi anche lo scorso anno ci abbiamo provato fino all’ultimo istante possibile, e da gennaio 2021 avevamo iniziato a riparlarne perché la speranza era che la situazione potesse migliorare. Siamo però a fine maggio e ancora non si hanno certezze sul futuro, per cui dobbiamo per forza di cose prendere questa decisione”. Stesso destino, come detto, per il Palio delle Barche di Passignano.

 

 

“Ente Palio delle Barche, unitamente ai quattro Rioni, considerando il perdurare dell’emergenza sanitaria protratta fino al 31 luglio, hanno deciso di annullare anche l’edizione del Palio 2021 – si legge in una nota – il rispetto delle norme in vigore e la volontà di tutelare i portatori, i rematori, tutti i volontari che lavorano alla riuscita della manifestazione, oltreché le attività di ristorazione e i bar così tanto penalizzate dall’emergenza sanitaria e tutti i cittadini di Passignano, costringe Ente Palio a rinunciare all’edizione prevista dal 18 al 25 luglio. Questa condizione non ci farà dimenticare il nostro amato Palio, piuttosto sarà uno stimolo per ritornare più forti e decisi che mai. Nel frattempo, Ente Palio e i Rioni promuoveranno tutte le iniziative compatibili con la situazione di emergenza per mantenere vivi lo spirito di partecipazione e competizione che animano il Palio”.