Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bastia Umbra, vanno al mercato a sfilare portafogli agli anziani: denunciate tre donne

  • a
  • a
  • a

Chiamano i carabinieri perchè persone con fare sospetto si aggirano tra i banchi di frutta del mercato settimanale. I carabinieri della compagnia di si precipitano in forze al mercato di Bastia Umbra e denunciano tre persone. Tutto inizia quando la centrale operativa di Assisi, riceve numerose segnalazioni da parte di alcuni cittadini allarmati dalla presenza di persone sospette che si aggirano tra i banchi di frutta.

 

 

 

È stato immediatamente predisposto un massiccio controllo della zona, i cui risultati non si sono fatti attendere. I militari, infatti, hanno rintracciato tre donne, che, poco prima, si erano rese responsabili di furto con destrezza ai danni di un anziano di Bastia Umbra. Il modus operandi delle tre si è dimostrato particolarmente subdolo. La più giovane e avvenente avvicina l’anziano, inizia ad abbracciarlo e a parlargli come se i due si conoscessero da tempo. L’uomo sul momento rimane come frastornato, mentre le altre due velocemente lo avvicinano da dietro e riescono a sfilargli il portafogli dalle tasche dei pantaloni. Il malcapitato, solo dopo diversi minuti, si è reso conto di essere stato raggirato e ha chiesto l’intervento dei carabinieri. La ricerca delle donne, tutte giovanissime, si è conclusa poco dopo e tutte e tre sono state rintracciare. Oltre alla denuncia in stato di libertà per l’ipotesi di reato di furto aggravato, sono state proposte, alla competente autorità, per il foglio di via obbligatorio dal Comune di Bastia Umbra. Inoltre i militari della stazione di Bastia Umbra, nel corso dei numerosi servizi di controllo del territorio, effettuati per contrastare il fenomeno dei reati predatori, hanno identificato numerose persone e controllato tutte le macchine ritenute sospette.

 

 

Nel corso di questi servizi i militari hanno rintracciato una cittadina rumena, alla quale è stata notificata un’ordinanza restrittiva di quattro mesi, emessa dall’autorità giudiziaria di Perugia, ponendo così la donna agli arresti domiciliari. La pena da scontare è relativa a dei furti perpetrati nell’anno 2017 sempre a  Bastia Umbra; la donna dovrà altresì pagare una multa di 133 euro.