Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, progetto del nuovo Liberati: stadio all'inglese, tribune a pochi metri dal campo di gioco

  • a
  • a
  • a

Tribune a nove metri dal campo, Skybox riservate sugli spalti, ingresso delle due squadre a centrocampo e non più dal lato corto del campo. Con i lavori che andranno avanti senza mai interrompere la disponibilità del terreno di gioco, che resterà quello attuale.

Il nuovo stadio Liberati sarà molto più a misura di tifoso: dal progetto presentato dal gruppo di lavoro coordinato dallo studio Baldi Margheriti Associati per conto della Ternana emerge una struttura all’inglese, “Un moderno impianto sportivo - si legge nel progetto - in linea con gli standard e le normative attuali, elemento cardine per il completamento del grande progetto di rigenerazione urbana costituito dalla Città dello Sport attualmente in atto con la costruzione del PalaTerni e delle aree connesse”.

 

Tra i tanti aspetti che saranno modificati rispetto allo stadio attuale, il disegno delle tribune. Per quanto riguarda il tifoso, l’aspetto forse più impattante sarà la scomparsa della lista di atletica, di fatto mai utilizzata in pieno nel corso degli anni, intorno al terreno di gioco.

“Si è pensato infatti a un catino raccolto su di una unica gradinata continua sul terreno di gioco esistente che potrà così rimanere in esercizio durante tutta la fase di cantiere, per garantire continuità all'attività sportiva. Le tribune saranno completamente coperte, garantendo comfort e sicurezza e soprattutto vicine al campo di gioco, a meno di 10 metri. L'oggetto stadio entra perciò in sinergia con le varie attività e la sequenza di spazi della piastra, creando un unicum di attività, spazi urbani e di relazione vivibili sempre e nell'intero arco della giornata”.

 

Lo stadio potrà contare anche su Skybox riservate per assistere al match e il museo del club. E le due squadre, altra novità, non entreranno in campo dal corridoio attualmente tra le Est e la Sud, ma direttamente da un nuovo tunnel che sbucherà a centrocampo, rendendo così tutto più “televisivo”.

“L’impianto - prosegue il progetto - è progettato per l’attuale serie C ma in considerazione della capienza progettata e degli spazi previsti per i servizi specifici, lo stadio garantirà i requisiti richiesti per la lega di serie B ed è facilmente adeguabile per la serie A. La capienza sarà di 18.500 posti tutti coperti, divisi in 5 settori, compreso quello della tifoseria ospite con accessi e uscite indipendenti, ognuno dotato dei relativi punti ristoro e dai servizi. La tribuna delle autorità si trova in posizione centrale, dove si trovano anche gli Skybox su una superficie di circa 300 mq, quattro palchi riservati e le postazioni per la stampa e le riprese tv su una superficie esclusiva”.