Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, in vendita il castello Rocca dei Trinci. La richiesta è di 3.5 milioni

Gabriele Grimaldi
  • a
  • a
  • a

E’ in vendita per 3,5 milioni il castello medievale posizionato sulla rocca di Capodacqua, frazione di Foligno, conosciuto come Rocca dei Trinci. La proprietà, come si legge nell’annuncio di vendita pubblicato sul sito dell’agenzia Romolini Immobiliare, copre una superficie di 500 metri quadri e dispone di cinque camere e sei bagni. La struttura comprende anche un giardino di 1.500 metri quadri racchiuso dalle mura dove è possibile organizzare eventi e cerimonie all’aperto. Fanno parte dell’immobile anche una cappella privata ristrutturata e una piscina fuori terra. Tutto intorno ci sono quattro ettari di terreno con 470 ulivi.

Il castello era stato convertito dagli attuali proprietari in una struttura ricettiva di lusso a 5 stelle. Il restauro conservativo, infatti, aveva ridato vita a questa fortezza con il recupero della torre, della cappella e di tutta la cinta muraria, tanto che nelle mura sono ancora ben visibili i resti di quelli che in passato erano botteghe e laboratori degli artigiani. Il castello si presenta come un’antica costruzione in pietra con soffitto in travi di legno, camini in pietra originali, affreschi, archi, una torre antica, volte in miniatura, pavimenti in cotto originali, merlatura guelfa e camminamento di ronda. In cima alla struttura c’è la camera più particolare dell’immobile in quanto è stata ricavata da quella che era la guardiola utilizzata dai soldati di ronda per ripararsi dalle intemperie.

Da una porta di questa stanza si accede poi al camminamento di ronda in cima alla torre, caratterizzato dalla merlatura guelfa tipicamente umbra da cui si ha una vista suggestiva della campagna circostante. Le prime notizie sulla rocca risalgono alla seconda metà del Duecento. La località, in cui certamente esisteva un nucleo fortificato, si trova infatti nominata nella Cronaca di Perugia dove viene raccontato che il 19 maggio 1289 un reggimento di truppe perugine e di Todi attaccarono le fortezze intorno a Foligno, non risparmiando nemmeno la torre esistente. Il castello, quindi, fu costruito con ogni probabilità proprio sui resti della torre.