Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Istituto San Francesco, maggio mese degli esami preliminari

  • a
  • a
  • a

Nell’anno scolastico 2020 - 2021, per tutta la comunità studentesca, e quindi anche per gli studenti dell’Istituto San Francesco, leader italiano per il recupero anni scolastici e conseguimento del Diploma di Stato, in sede e online, maggio è il mese in cui i candidati esterni sono chiamati a sostenere le prove denominate “esami preliminari”. Tali prove sono necessarie per poter accedere all’esame finale di Maturità.
Da regolamento del Ministero della Pubblica Istruzione le prove degli esami preliminari devono concludersi prima che terminino le lezioni.
La sede degli esami sarà la scuola che viene assegnata dall’Ufficio scolastico provinciale, in base alla residenza del candidato; una volta superate le prove degli esami preliminari, anche l’Esame di Maturità dovrà essere sostenuto nella stessa sede.
Chi deve sostenere queste prove? Tutti i privatisti, ossia coloro che non hanno frequentato la scuola, chi ha smesso di frequentare o comunque si è ritirato dalla frequenza prima del 15 marzo; si può candidare chi compie il diciannovesimo anno d’età nell’anno in cui si sostiene tale esame, o che abbia conseguito il diploma di licenza media inferiore da almeno 5 anni o abbia superato i 19 anni di età, sia che abbia già conseguito la promozione/idoneità al quinto anno o ad una classe inferiore, o semplicemente che sia in possesso del Diploma di Licenza Media inferiore; addirittura chi ha compiuto i 23 anni, può accedervi senza aver conseguito il Diploma di Licenza Media. 

L’obiettivo importante di questo esame è verificare la preparazione dei candidati in tutte le materie indicate nel piano di studi; e per accedervi è necessario aver presentato entro il 30 novembre, o per chi si ritira dalla frequenza durante l’anno scolastico entro il 20 marzo, la domanda per sostenere l’Esame di Stato, da presentare all’Ufficio Scolastico Provinciale di riferimento, allegando il bollettino pagato della tassa erariale.
Per essere ammessi all’Esame di Stato occorre conseguire ai preliminari un punteggio minimo di 6 su 10 in tutte le discipline.
Al candidato che deve recuperare più anni scolastici e che agli esami preliminari viene ammesso alla classe quinta, riportando le sufficienze in tutte le materie, ma che successivamente non si presenta per sostenere gli Esami di Stato, verrà comunque riconosciuto tale esito che vale come Idoneità all’ultima classe dell’indirizzo di studio scelto.
Nella eventualità in cui non si viene ammessi all’Esame di Stato, il consiglio di classe può riconoscere al candidato l’Idoneità all’ultima classe oppure ad una precedente.
Durante l’esame preliminare il Consiglio di Classe determina anche il credito scolastico per la quinta classe. Effettivamente per accedere all’Esame di Stato da privatista, gli adempimenti da compiere sono numerosi, ma con l’assistenza della nostra efficiente segreteria didattica e il sostegno delle nostre preparatissime tutor, il percorso è molto più agile e scorrevole.
Inoltre, grazie ad un corpo docente altamente qualificato che guida con metodo collaudato da oltre vent’anni di professionalità nel settore, anche a chi ha abbandonato gli studi da diversi decenni e svolge una intensa attività lavorativa, l’Istituto San Francesco garantisce una preparazione adeguata a superare tutte le prove richieste dal Ministero e conseguire serenamente il Diploma di Stato.