Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, l'Opera del Duomo consegnerà la Palombella agli studenti delle scuole medie superiori

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Discesa della Palombella e Corteo Storico, in forma ridotta e statica. Iniziative di “Orvieto in Fiore” contenute. Corteo delle Dame, Palio della Palombella e Staffetta dei Quartieri annullati e fermi rispettivamente alle edizioni 25 e 54 svoltesi nel 2019.

Avranno luogo sì, ma in forma decisamente simbolica, ad Orvieto, in provincia di Terni, le feste di primavera alle quali, da sempre – come il titolo del film in costume medievale sul Corpus Domini che si sta girando in questi giorni – gli orvietani sono affezionati.

 

“Le limitazioni imposte dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria tuttora in corso – spiegano in una nota congiunta Comune di Orvieto, Opera del Duomo, Associazione Lea Pacini e Comitato Cittadino dei Quartieri – non consentono ancora di poter tornare a festeggiare gli eventi identitari della nostra città nella maniera nella quale eravamo abituati, senza contare che l’incertezza su data e modalità delle riaperture ne ha condizionato anche l’organizzazione che solitamente inizia nei mesi precedenti. Malgrado questo, nei prossimi giorni Orvieto si vestirà con i colori della sua storia e non rinuncerà a celebrare le sue tradizioni con iniziative simboliche, ma dal grande significato nel rispetto delle disposizioni per garantire il distanziamento interpersonale e il divieto di assembramenti”.

Anche quest'anno la colomba bianca della Palombella, simbolo dello Spirito Santo, non andrà ad una coppia di sposi. L'Opera del Duomo - che l'anno scorso l'aveva consegnata a medici e operatori sanitari in lotta contro la pandemia (foto in alto) - ha scelto di consegnarla agli studenti delle scuole superiori della città e, quindi, idealmente a tutti i giovani che, più di altri, hanno subìto le limitazioni alla socialità imposte dalla pandemia tra cui la prolungata chiusura delle scuole.

 

In duomo sarà realizzata un'infiorata dai componenti del Gruppo infioratori dei quartieri di Orvieto utilizzando il bozzetto ritenuto migliore tra quelli realizzati dagli studenti del liceo artistico sul tema scelto dal vescovo, Gualtiero Sigismondi,

"Amici perché fratelli" tratto dall'ultima enciclica di Papa Francesco. Il Palio della Palombella non si potrà disputare, ma verrà registrato un breve video con uno spettacolo di sbandieratori e balestrieri che sarà diffuso sui social.

Per quanto riguarda il Corteo Storico, non potendosi svolgere la sfilata che quest'anno sarebbe la numero 70, una delegazione dei costumi più rappresentativi presidierà palazzi e finestre di piazza Duomo, nel corso della celebrazione in Cattedrale – saranno predisposti anche posti all’aperto – accompagnando poi l’uscita del Corporale sul sagrato. Al Corteo delle Dame sarà dedicato un servizio in tv nei prossimi giorni.