Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, festa dell'Ascensione a Gualdo Tadino: vietati assembramenti e nottata

  • a
  • a
  • a

A Gualdo Tadino, in provincia di Perugia, per il secondo anno consecutivo il tradizionale appuntamento con la festa dell’Ascensione e la montagna verrà vissuto in maniera diversa dal solito. Se nel 2020 la chiusura fu totale, quest’anno considerata la situazione dei contagi in città e in Umbria, sono stati presi dei provvedimenti restrittivi ma sarà comunque possibile accedere alla montagna. Sarà una festa dell’Ascensione, uno degli appuntamenti più sentiti nella tradizione gualdese, molto particolare per tutta una serie di restrizioni in vigore sabato 15 e domenica 16 maggio. La tradizione vedeva il fine settimana articolato in due momenti: il sabato sera la vallata di Valsorda si riempiva di giovani che trascorrevano la serata e la nottata “a monte”, mentre la domenica il monte Serrasanta e il suo eremo diventavano meta di quasi tutti i gualdesi.

Nel primo caso il coprifuoco da solo toglie la possibilità di trascorrere la nottata in montagna, mentre nel secondo caso è stata emessa un’ordinanza del sindaco, dopo un confronto tecnico con le forze dell’ordine presenti nel territorio. L’ordinanza prevede per sabato e domenica il divieto di assembramenti a Valsorda. Sono vietate le tende e i veicoli debitamente attrezzati (camper e roulotte). Vietati i ritrovi sui prati per mangiare e bere, spettacoli improvvisati di musica o altro intrattenimento, accendere fuochi per la cottura di cibi o per altre iniziative.

L’ordinanza prevede che “la somministrazione di cibi e bevande (qualora il numero dei commensali ecceda il singolo nucleo familiare) nei rifugi ubicati nella vallata di Valsorda, concessi in uso per i giorni del 15 e 16 maggio, dovrà rispettare le regole individuate per l’attività di ristorazione e in particolare quattro persone massimo per tavolo (salvo familiari conviventi) e con la somministrazione deve avvenire all’aperto”. Domenica niente messa, come deciso dalla Confraternita della Santissima Trinità, all'eremo di Serrasanta né la tradizione benedizione delle campagne. Invece domenica torna il giro dei monti gualdesi organizzato dal Cai cittadino.