Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, esplode azienda a Gubbio: cinque sotto le macerie. Un morto, una donna dispersa, tre salvati

  • a
  • a
  • a

Esplosione nel pomeriggio di oggi, venerdì 7 maggio alla Greenvest di Gubbio in vocabolo Canne Greche, cinque le persone rimaste inizialmente sotto le macerie, tre sono state estratte vive dai vigili del fuoco del distaccamento di Gubbio giunti subito sul posto. Il più grave trasportato all'ospedale di Cesena per i grandi ustionati con l'elisoccorso. Gli altri due si trovano a Branca. Un quarto sarebbe in contatto con i vigili, mentre del quinto, al momento, non c'è traccia. Si lavora senza sosta per raggiungere i dispersi. Un vigile del fuoco risulta intossicato. Sono poi arrivati anche i pompieri partiti dalla centrale di Perugia.  L'esplosione è stata sentita in tutta l'area Ovest della zona. L'azienda produce cannabis legale. I feriti sono ricoverati in ospedale.

"Le esplosioni", secondo quanto riferiscono i vigili del fuoco, sembra siano avvenute nel laboratorio dove trattano la cannabis.  A seguito delle esplosione è crollato il solaio della abitazione sovrastante.

 

Sul posto stanno lavorando le squadre di Gubbio, Gaifana, due dalla centrale con mezzi di supporto, autobotti, autoscala e personale gos movimento terra. In arrivo da Arezzo un nucleo usar (urban search and rescue.) Sono presenti anche il funzionario di turno, il capo turno provinciale e il comandante. E' stato richiamato in servizio il turno delle 20.

Ore 19.25 - E' stato trovato il corpo senza vita di un uomo. Ancora dispersa una donna. I vigili del fuoco spiegano che ci sono dubbi sulla presenza di un'altra persona e le ricerche continueranno finché i pompieri non avranno certezze. 

Ore 19.40 - Il capo distaccamento di Gubbio ha spiegato che la squadra è arrivata sul posto in tempi brevissimi, ha effettuato il salvataggio di due persone in condizioni molto rischiose. I pompieri hanno dovuto tagliare travi in ferro con le mototroncatrici e divaricatori idraulici e sollevare le parti in cemento con i cuscini pneumatici. Mentre operavano si sono verificate altre forti esplosioni. I due feriti sono stati trasferiti all'ospedale di Branca. 

 

ORE 20.30 - Le agenzie battono la presa di posizione della governatrice Donatella Tesei. "A nome mio e dell’intera comunità umbra esprimo la più sincera vicinanza ai lavoratori, e alle loro famiglie, coinvolti nell’esplosione avvenuta nell’Eugubino questo pomeriggio",  afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei. "Proprio a qualche giorno di distanza dal Primo maggio in cui si è celebrato il valore ed il diritto al lavoro - dice la Presidente -, arriva questa terribile sciagura, che colpisce Gubbio e tutta la nostra regione, che ci ricorda e soprattutto ancora una volta ci impegna, ognuno per le proprie competenze e al di là della retorica, a fare quanto più possibile affinché non si perda la vita mentre si sta svolgendo il proprio lavoro". "Ci stringiamo con grande partecipazione attorno alle famiglie colpite dal lutto - conclude la presidente della Regione - e auguriamo una pronta guarigione per i lavoratori rimasti feriti".