Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto: sorpreso in giro con pistola, ascia e coltello

  • a
  • a
  • a

Momenti di paura a Spoleto, quando tre militari dell’Esercito Italiano, inquadrati nell’operazione strade sicure e in quel momento liberi dal servizio, mentre si trovavano nella centralissima piazza Garibaldi, hanno notato la presenza di un uomo che si aggirava nei pressi di un locale pubblico e dopo essersi seduto ad un tavolo è spuntata una pistola

 

 


Immediatamente i militari, senza dare nell’occhio, hanno avvisato alcuni agenti della Polizia Locale presenti nella piazza i quali, vista la delicatezza della situazione hanno ritenuto necessario fare intervenire una pattuglia della Squadra Volante del locale commissariato, che nel giro di un paio di minuti è arrivata in piazza. Dopo aver fatto allontanare in sicurezza altri avventori, gli agenti hanno sottoposto a controllo l'uomo, al quale oltre alla pistola sono state trovate un’ascia e un coltello. 

 

 


Il fermato, un cittadino italiano originario della Campania, classe 1961, una volta messo nella condizione di non nuocere, è stato sottoposto a maggiori controlli, estesi anche nel proprio domicilio, dove è stata rinvenuta una balestra perfettamente funzionante, sottoposta come gli altri oggetti e l’arma da fuoco a sequestro, vista la pericolosità del soggetto. 
L’uomo, con numerosi precedenti penali a proprio carico, è stato tratto in arresto per porto abusivo di armi bianche e per detenzione e porto abusivo di arma da fuoco clandestina e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato trasferito nella casa circondariale di Capanne.

Naturalmente i numerosi spoletini presenti in piazza hanno notato tutta la scena e con una certa apprensione hanno osservato l'evolversi della situazione. Va specificato che la professionalità delle forze dell'ordine intervenute ha contribuito e non poco a tenere sempre sotto controllo la situazione. L'uomo, come detto, è stato condotto al carcere perugino di Capanne.