Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, mercatino del mercoledì: la nuova scadenza per il trasferimento al centro ora è a giugno

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Mercatino del mercoledì di Terni, si va avanti con nuovi step in maniera tale che il trasferimento dallo Staino al centro della città avvenga entro giugno 2021. Mercoledì 5 maggio 2021 c'è stato un nuovo incontro negli uffici comunali del Pentagono tra l'assessore al commercio del Comune di Terni, Stefano Fatale, e i vari rappresentanti delle associazioni.

La discussione si è basata sulla visione della planimetria con i posteggi ed è stato affrontato anche il nodo legato alla viabilità, urbanistica e soprattutto sicurezza, visto che il mercato interesserebbe largo Frankl, via Colombo, piazza Ridolfi, il parcheggio di fronte a palazzo Pierfelici e una parte di corso del Popolo e piazze vicine.

 

Un confronto sereno con le associazioni, eccetto che con il Goia (Gruppo Organizzato Indipendente Ambulanti), rappresentato da Vincenzo Cardenia, che ha visionato la piantina del centro e l'ha anche approvata, ma anche sottolineato che al momento non ci sono certezze sulla tempistica e ha detto: “Se entro il 19 maggio 2021 non ci sarà la convocazione per la scelta dei posteggi sulla piantina approvata oggi organizzeremo una manifestazione per chiedere un luogo più dignitoso”.

A parte questa voce fuori dal coro l'assessore Fatale ha illustrato i prossimi step sottolineando che il primo via libera dovrà arrivare dalla giunta e poi ci sarà il passaggio in consiglio comunale. “Entro il 13 maggio 2021 – continua Fatale – credo che ci potremmo sedere di nuovo intorno ad un tavolo e entrare nei dettagli della questione trasferimento”.

 

Mauro Fortini, presidente Fiva/Confcommercio è rimasto soddisfatto di questo nuovo passo in avanti. “Diamo atto al Comune – dice - di aver mantenuto fede all’impegno di dare risposta alla nostra richiesta di trasferimento del mercato infrasettimanale in centro, non appena le condizioni dell’emergenza pandemica lo avessero consentito. Siamo convinti che questa soluzione offrirà la possibilità di rivitalizzare e riqualificare il mercato, dando così risposta alle esigenze dei cittadini, ma al contempo attrarrà flussi di persone in centro, a vantaggio anche delle altre attività. Se come auspichiamo ognuno dei soggetti coinvolti accetterà le nuove regole e ricercherà forme di civile convivenza, adoperandosi al massimo per contemperare i tanti interessi coinvolti, sarà la città intera a trarre i maggiori benefici dalla scelta”.

Anche per il presidente di Confcommercio Terni, Stefano Lupi, il trasferimento del mercato in centro può assurgere a simbolo di una tanto attesa ripartenza. “Manifestiamo – è il parere di Lupi - l’auspicio che progetti come questo possano aiutarci a ritrovare un forte senso di comunità, con cui dare risposta alle tante fragilità indotte dalla pandemia e ad affermare nuovi metodi di partecipazione, finalizzati a favorire politiche di rivitalizzazione e rigenerazione urbana”.