Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Parrano, coltivava marijuana e produceva droga sintetica in casa. Denunciato un uomo di 41 anni

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

È accaduto nella serata di lunedì 3 maggio che, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, a Parrano (Terni) i carabinieri  della stazione di Fabro in collaborazione con i colleghi del nucleo operativo di Orvieto, hanno fermato e controllato un cittadino americano di 41 anni, già noto dalle forze di polizia.

L’uomo è stato trovato in possesso di un un cutter a lama intercambiabile e chiusura a serramanico della lunghezza di 15 centimetri e risultava avere precedenti penali recenti in materia di stupefacenti. Per tale motivo i militari dell'Arma hanno eseguito una perquisizione accurata anche presso la sua abitazione dove hanno trovato 19 piantine di marijuana e tre grammi di sostanza giallastra che sottoposta al narcotest è risultata positiva all’anfetamina e solventi per l’estrapolazione dello stupefacente da un prodotto di tintura concentrata (estratto di radice) prodotto in Amazzonia. Il coltello e lo stupefacente sono stati sequestrati e posti a disposizione della competente autorità giudiziaria mentre l’uomo è stato denunciato a piede libero dai carabinieri per i reati di porto abusivo di armi e produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope.

L'uomo, nel corso degli interrogatori eseguiti dai militari dell'Arma, ha  riferito di essere lui stesso il produttore della sostanza stupefacente, la dimetiltriptamina o dmt, una potente droga psichedelica, derivata da appositi processi di miscelazione, dosaggi e trattamenti con ammoniaca, soda caustica, aceto e liquidi infiammabili. Una sostanza piuttosto insolita rispetto alle droghe che di solito vengono sequestrate in Umbria. Le indagini sono tuttora in corso per accertare a chi fosse destinato lo stupefacente e in che modo il 41enne si fosse procurato tutta l'attrezzatura necessaria per la produzione in casa della droga. L'operazione portata a termine in queste ultime ore dimostra l'attenzione con cui i carabinieri intendono arginare il fenomeno dello spaccio di droga che è sempre più diffuso anche nell'Orvietano.