Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, 900 posti di lavoro con il resort di lusso di Antognolla

  • a
  • a
  • a

L’Antognolla Resort prende forma. Sono ufficialmente partiti i lavori che trasformeranno il castello del XII secolo e la tenuta in un hotel di lusso corredato da uno dei migliori campi da golf d’Italia. Questa prima fase di interventi include la demolizione di diverse strutture abbandonate, eredità di un precedente costruttore, e la sostituzione con edifici dal design contemporaneo molto più integrati con il paesaggio circostante e meno invasivi. Grande attenzione viene data alla riduzione del rumore e al controllo della polvere che può sollevarsi dal sito per non disturbare i visitatori e i giocatori di golf. L’incarico di seguire questa prima fase di lavoro è stato affidato a Sacaim, general contractor controllato da Rizzani de Eccher. Sacaim ha una grandissima expertise nei progetti di restauro e ha lavorato su alcuni dei più prestigiosi palazzi storici in Italia.

 

Per guidare il progetto ad Antognolla, la società ha messo insieme un team di professionisti altamente specializzati, che lavora insieme a personale locale altamente qualificato, perché l’intero processo di costruzione sia realizzato nel modo più responsabile possibile, con un occhio attento alla sostenibilità, riutilizzando i materiali di scarto e preservando l’ambiente che circonda il castello e la tenuta.. L'inizio dei lavori di costruzione rende l’Antognolla Resort and Residences uno dei maggiori “datori di lavoro della regione” contribuendo a sostenere l'industria locale poiché i materiali da costruzione provengono principalmente dalla zona. Antognolla stima di creare oltre 300 posti di lavoro diretti e altri 600 indiretti grazie al coinvolgimento di appaltatori e fornitori locali. Il progetto sarà uno dei primi nel suo genere in Italia: il castello e l’antico borgo saranno ristrutturati e preservati come elemento chiave dello sviluppo, mentre la nuova costruzione rifletterà la storia, lo stile e la bellezza di questo luogo eccezionale.

 

Ci saranno 71 camere e 79 residenze, un’offerta diversificata di wellness e cultura, una scuola di cucina, una fattoria biologica e molto altro ancora, unitamente al campo da golf a 18 buche, progettato da Robert Trent Jones Junior, recentemente rinnovato e insignito da World Golf Awards del premio “Italy’s Best Golf Course 2020”. Obiettivo del progetto è quello di aprire a un nuovo segmento di mercato dedicato al turismo di lusso umbro, che porterà nuovo afflusso nella regione creando anche nuova domanda per l’aeroporto e le altre infrastrutture. Gli investitori parlano anche di un altro effetto positivo per l’Umbria dovuto all’aumento della spesa secondaria come contributo all’economia locale. Apertura prevista nel 2023