Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, i ragazzi del Rotaract donano tre computer rigenerati alla Caritas

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Donano i computer rigenerati alle famiglie in difficoltà e alle associazioni che ne fanno richiesta. Protagonisti dell’iniziativa sono i ragazzi del Rotaract. Dopo i bambini della primaria della XX Settembre, gli anziani della Casa Albergo di Monteluco, i ragazzi del Rotaract di Spoleto hanno donato tre computer rigenerati ai centri di ascolto della Caritas. Esattamente a quello diocesano, a quello del Sacro Cuore in Spoleto, per quello di San Bernardino della zona pastorale di Arrone-Montefranco e zone limitrofe.

 

 

La consegna è avvenuta alla parrocchia di San Venanzo alla presenza di don Edoardo Rossi, direttore della Caritas diocesana di Spoleto-Norcia e anche parroco della struttura religiosa in questione ad opera di tre rappresentanti dell’associazione, Riccardo Cascioli, Daniele Anderlini e Michele Calai. “A nome dell’intera chiesa diocesana porgo il mio più sentito grazie a questi cari ragazzi - ha detto don Edoardo - i giovani sono sempre un grande esempio per noi adulti. Più volte ho sperimentato la loro generosità, spontanea e senza calcolo. La chiesa sa, come ci ricorda il Papa, che il cuore dei giovani vuole costruire un mondo migliore”.

 

 

E con questi ulteriori tre computer salgono a dieci le consegne di computer rigenerati da parte dei giovani del Rotaract. “Computer che ci sono stati regalati da famiglie spoletine e anche da ragazzi come noi – spiega Riccardo Cascioli – oltre ai dieci già consegnati, ne abbiamo già altri due pronti da donare ma dobbiamo ancora valutare a favore di chi”. Il progetto si chiama Reboot “è portato avanti dal distretto Rotary e Rotaract 2090 ed è nato con l’obiettivo di donare gratuitamente computer ricondizionati a chi ne ha più bisogno – spiega Cascioli – invitiamo chiunque sia in possesso di un computer vecchio che non usa più a non buttarlo ma a consegnarcelo”. E possibile donare attraverso i canali social o tramite la mail [email protected].