Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, gelate di aprile: l'assessore Morroni chiede aiuti al governo

  • a
  • a
  • a

In Umbria l’assessore regionale all’agricoltura, Roberto Morroni, ha scritto ufficialmente al ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, per rappresentare le notevoli criticità subite dal territorio per le recenti avversità climatiche: le gelate tardive che hanno interessato produzioni già pesantemente colpite a causa dell’emergenza sanitaria da Covid 19. Morroni ha spiegato che “si tratta di eventi che hanno inciso in maniera rilevante su alcuni settori, quali il vitivinicolo, già alle prese con i provvedimenti restrittivi che hanno influito sulle attività del sistema Horeca e sulle presenze turistiche". 

"La Regione Umbria - sottolinea l'assessore Morroni - si è prontamente attivata al fine di rilevare le segnalazioni da parte delle aziende e di attivare le procedure in capo all’amministrazione regionale”. Nel merito, l'assessore Roberto Morroni evidenzia come “le numerosissime istanze che sono pervenute agli uffici regionali, testimoniano l’ampia diffusione territoriale e l’entità dei danni subiti, in modo particolare dai vigneti. Una situazione di acuta gravità denunciata in questi giorni anche dalle organizzazioni di rappresentanza del comparto”.

Per questi motivi, l’assessore Morroni ha quindi chiesto ogni possibile attenzione al ministro Patuanelli e il riconoscimento, nell’ambito dell’attuale quadro normativo, del carattere di eccezionalità del fenomeno calamitoso. “Ciò allo scopo di consentire alle aziende colpite, con la massima urgenza, l’accesso al Fondo di Solidarietà Nazionale e ad altre misure straordinarie di sostegno, anche in deroga alle disposizioni vigenti che il Ministero potrà mettere in campo”. L'obiettivo, ovviamente, è quello di aiutare il più possibile i coltivatori che si trovano costretti a fare i conti con una situazione molto complessa che ovviamente avrà dure ripercussioni anche dal punto di vista economico. Nei giorni scorsi la colonnina di mercurio del termometro è scesa in maniera drastica, finendo sotto lo zero in un periodo in cui le temperature medie sono ben diverse. Le gelate hanno ferito in maniera profonda le coltivazioni.