Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, prostituta derubata dei soldi incassati per una prestazione sessuale: denunciato un ventenne

  • a
  • a
  • a

Ha invitato nella propria abitazione una donna di 35 anni, concordando con lei una prestazione sessuale a pagamento
Le cose però, per qualche motivo, non devono essere andate come preventivato perché la giornata è finita con un’indagine avviata dai carabinieri a seguito di una denuncia sporta dalla donna agli stessi militari e il giovane padrone di casa – un ventenne di origine rumena – che ora dovrà rispondere di furto.

 

Procedendo per ordine, l’episodio è avvenuto qualche giorno fa in un’abitazione che si trova nel territorio comunale di Stroncone, in provincia di Terni
A quanto ricostruito dai carabinieri del comando stazione locale (foto in alto), che hanno raccolto le varie testimonianze e poi hanno emesso il provvedimento di denuncia a piede libero, il ventenne aveva accolto la 35enne, peraltro sua connazionale, mettendosi d’accordo con lei per consumare un rapporto sessuale a pagamento. Cento euro, l’importo pattuito

Una volta concluse le operazioni col ragazzo, la 35enne ha visto uscire da un’altra stanza dell’appartamento altri due giovani, i quali le hanno chiesto di poter replicare anche con loro la prestazione, sempre previo pagamento di cento euro ciascuno. 

La donna, ancorché sorpresa, ha deciso di accettare, ricevendo il denaro da tutti e tre, ma quando stava concludendo la prestazione con l’ultimo è avvenuto il fatto oggetto di denuncia.

 

A quanto accertato dai carabinieri, il padrone di casa le ha sfilato il portafogli dalla borsetta e si è appropriato dei trecento euro. Quando la 35enne se n’è accorta e ha chiesto spiegazioni, il giovane ha replicato di non essere rimasto soddisfatto di come erano andate le cose e che quindi se ne sarebbe dovuta andare senza nulla a pretendere. Trovandosi di fronte tre ragazzi, la donna, impaurita, ha deciso di interrompere la discussione e si è allontanata, andando però a raccontare tutto ai carabinieri qualche giorno dopo. I militari di Stroncone, così, hanno avviato le indagini. E alla fine è scattata la denuncia a piede libero nei confronti del ventenne rumeno.