Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amelia, rifiuti di cantiere abbandonati nel bosco: due denunce e rischio multa fino a 26 mila euro

  • a
  • a
  • a

Rischiano una condanna da tre mesi a un anno di reclusione, e un'ammenda che dai 2.600 può arrivare fino ai 26 mila euro, un autotrasportatore e il titolare di un’impresa edile, dopo che i militari della stazione carabinieri forestale di Amelia, in provincia di Terni, li hanno identificati come i responsabili dell’abbandono di rifiuti speciali di materiali edili.

 

L’episodio risale a pochi giorni prima di Pasqua 2021, lungo la strada provinciale 205 Amerina, nei pressi dell’abitato di Porchiano del Monte. I rifiuti, contenuti in grossi sacchi neri, erano stati trovati dopo alcune segnalazione di cittadini dai militari che, all’interno dei sacchi, avevano rinvenuto materiali di imballaggio di plastica e cartone e materiale di demolizione, mischiati a pezzi di eternit, quindi di particolare pericolosità per l’ambiente ma anche per l’uomo, se non smaltiti correttamente. I grossi sacchi erano stati abbandonati, a distanza di circa 100 metri uno dall’altro, lungo la strada che collega l’abitato di Giove ad Amelia.

A conclusione delle indagini i carabinieri forestali hanno accertato una vera e propria attività di gestione illecita di rifiuti, risalendo nel caso specifico al cantiere edile nel territorio comunale di Giove dove erano stati prodotti. L’impresa edile terminati i lavori di manutenzione aveva infatti affidato gli scarti al trasportatore, privo ovviamente di qualsivoglia autorizzazione, il quale se ne era liberato scaricandoli lungo il percorso per ritornare verso la sua residenza.

 

Il controllo all’abbandono di rifiuti, urbani e speciali – fa sapere l’Arma – è costante e continuativo da parte dei carabinieri forestali in provincia di Terni e persegue l’obiettivo di contrastare  il deprecabile fenomeno dell’abbandono dei rifiuti urbani e speciali, ingombranti e spesso anche pericolosi,  che ancora oggi vengono diffusamente abbandonati nei boschi, nelle piazzole di soste e lungo le vie di comunicazioni importanti, non solo da imprese ma anche e principalmente da parte di privati cittadini.

La stazione carabinieri forestale di Amelia, nei soli primi tre mesi dell’anno 2021, è riuscita ad individuare dieci responsabili di tale violazione e a contestare, oltre agli illeciti penali, altrettante sanzioni amministrative per un importo totale di 5.100 euro.