Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, in vendita per 950 mila euro il monastero di Santa Caterina

Gabriele Grimaldi
  • a
  • a
  • a

 Il monastero di Santa Caterina in pieno centro a Foligno è stato messo in vendita per 950 mila euro. Le suore clarisse non ci sono più dal 2017, per la precisione dal 5 giugno quando venne chiuso per “l’esiguo numero e l’età avanzata delle monache e presenti” che, come riportava una nota della Diocesi, “facevano temere per il futuro la fine dell’autosufficienza”.

 

Nell’annuncio della vendita pubblicato sul sito immobiliare.it dove vengono descritte le caratteristiche del complesso monastico, che sorge tra via dei Monasteri e via Niccolò Alunno, nonchè le modalità di acquisto, con possibilità di contrarre un mutuo e di versare una caparra iniziale. Il monastero ha ospitato le suore clarisse dal 1887, dopo la chiusura la struttura è stata commissariata dalla Santa Sede che ha nominato come commissario un frate minore che la gestisce dal punto di vista amministrativo e che l’ha assegnata ad una comunità di monache carmelitane, presenti fino all’anno scorso.

 

 

Nell’ultimo periodo, quindi, non c’è stato più nessuno. Il monastero, riqualificato nel 1997, si estende per una superficie edificata di 2.400 metri quadri e un’area esterna di altri 1.500 ed è articolato su tre piani: al piano terra ci sono i parlatori, gli spazi comuni di lavoro, la cucina, i servizi igienici, il refettorio e i magazzini;mentre al primo e secondo piano ci sono l’antico dormitorio che comprende una ventina di celle e bagni comuni. Gli spazi del piano terra, inoltre, ruotano intorno al chiostro, caratterizzato da un giardino all’italiana. In riferimento alla destinazione d’uso viene detto che “l'immobile si presenta in ottimo stato sia da un punto di vista murario che impiantistico, volendo riqualificabile in base alle esigenze della committente che ne valuterà una destinazione d'uso diversa” e che “la bellezza e la posizione strategica lo rendono ideale sia come hotel boutique, struttura ricettiva in genere o come residenza per anziani”.