Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Umbria dal 26 aprile scuole superiori in presenza al 70 per cento: la nuova ordinanza di Tesei

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Covid, in Umbria scuole superiori in presenza al 70 per cento da lunedì 26 aprile. La presidente della Regione, Donatella Tesei, facendo con riferimento al Decreto Legge numero 52 del 22 aprile 2021 di cui si applicano i contenuti (ossia l'ultimo decreto Covid del governo presieduto da Mario Draghi) ha emesso una nuova ordinanza nella quale si stabilisce tra l’altro che a decorrere dal 26 aprile e fino al 9 giugno 2021  in tutto il territorio regionale le attività didattiche delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, saranno svolte in presenza nella misura del 70 per cento della popolazione studentesca.

 

Le disposizioni sono valide "anche per gli studenti iscritti all’anno formativo 2020/2021 dei corsi di istruzione e formazione professionale (leFP) presso agenzie formative e gli istituti Professionali Statali in regime di sussidiarietà", spiega una nota di palazzo Donini. Sempre dal 26 aprile e fino al 31 luglio , in tutto il territorio regionale, "fatte salve le specifiche disposizioni del D.L. n. 52, tutti i corsi di formazione pubblici o privati approvati o autorizzati dalla Regione Umbria e da Arpal Umbria possono essere svolti in presenza nella misura massima del 70 per cento degli iscritti. E’ consentita l’attività in presenza nelle sedi scolastiche delle scuole secondarie di primo e secondo grado per gli studenti che parteciperanno alle prove Invalsi", conclude la nota.

 

Da lunedì, inoltre, l'Umbria torna in zona gialla, con un allentamento delle misure restrittive importante, a fronte del calo dell'indice rt che è arrivato allo 0.77, con un'incidenza dei casi pari a 80 ogni 100 mila abitanti, ben al di sotto della media nazionale (158 per 100 mila abitanti). In Umbria inoltre sono arrivate anche le prime 2.550 dosi di vaccino Johnson and Johnson, che a differenza degli altri è l'unico monodose.