Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, PalaTerni sarà pronto quattro mesi prima: Decathlon e altri brend internazionali per l'area commerciale

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Il PalaTerni sarà battezzato in anticipo: il taglio del nastro è previsto per giugno 2022, dunque quattro mesi prima rispetto alla data di scadenza indicata nel contratto tra la Salc, la società del gruppo Salini che lo sta costruendo, e il Comune di Terni. Ma non è l’unica buona notizia: l’area commerciale ospiterà brend di livello nazionale e internazionale

Ecco i nomi dei contratti già firmati: Decathlon, Unieuro, Conad e un nuovo Mc Donald con il drive
A confermare tutto è Sergio Anibaldi, vicepresidente della PalaTerni Srl, la società controllata al 100% dalla Salc.
“Nonostante alcune criticità che abbiamo dovuto affrontare in questo periodo, tra cui la situazione dettata dalla pandemia e alcune lungaggini per il mercato ortofrutticolo – spiega il rappresentante della società che fa capo a Salini - manteniamo le nostre promesse e il PalaTerni aprirà i battenti in anticipo sulla tabella di marcia prevista inizialmente”.

 

La struttura sta già prendendo forma e dalle immagini scattate dall’alto si può notare già bene la sua fisionomia. 
“La nostra filosofia – aggiunge Anibaldi - è sempre stata quella di portare brend di alta qualità e soprattutto nuove aperture per la città di Terni, come appunto Decathlon e Unieuro che saranno i primi punti vendita nella Conca. Questo restituirà una qualifica importante a livello di immagine e di ritorno economico. In questo momento stiamo valutando anche altre proposte significative per ristorazione e bar”. 

Ritorno economico e dunque anche occupazionale, si parla di almeno 250 nuovi posti di lavoro che, nel contesto, porteranno una maggiore linfa anche in previsione del nuovo stadio e della clinica annunciata da Bandecchi. Foro Boario e l’area circostante diventa così la Cittadella dello Sport che accoglierà anche la sede della squadra locale e vedrà contemporaneamente la rinascita dell’area delle piscine. Il PalaTerni richiamerà flussi di rilievo grazie agli eventi di carattere nazionale e internazionale che verranno organizzati, dallo sport ai concerti, dalle conferenze ai meeting. 

“In questa fase – ha più volte detto Salini – abbiamo avuto molte consulenze con chi si occupa a livello nazionale di grandi eventi per apportare migliorie, vogliamo un palazzetto attrattivo e dunque in grado di ospitare manifestazioni molto importanti, stiamo parlando di una struttura ultramoderna, di ultima generazione, pronta a passare senza problemi logistici e organizzativi dalla partita di basket al concerto della grande rockstar del momento”. 

 

I numeri sono di tutto rispetto: una superficie coperta di circa 7.000 metri quadri, posti a sedere per attività sportive: 4.000; posti a sedere per attività di spettacolo: 5.500; spettatori per eventi esterni: 4.000 più settori commerciali e di ristorazione, parcheggi e aree verdi. Per l’esecuzione dell’opera è previsto un investimento di 18.448.992 con un contributo pubblico del Comune di Terni pari a 3,2 milioni di euro. 

“I lavori procedono in maniera regolare nell'intento di rispettare i termini contrattuali con il concessionario – commenta soddisfatta l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Benedetta Salvati -. Presto le prime strutture verticali dell’edificio del PalaTerni, nella speranza di poter continuare con la riqualificazione complessiva dei venti ettari dell’area che interesseranno anche la realizzazione del nuovo stadio”.

Foto Stefano Principi