Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, sì al vaccine day il 25 aprile con 5 mila dosi Moderna

Esplora:

Ale. Ant. e Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Con cinquemila dosi di scorta di Moderna si salva il “vaccine day” di domenica 25 aprile. Appuntamento confermato. Verranno immunizzati con la prima dose i 4.900 ultraottantenni prenotati tra aprile e maggio. Resta fuori solo un 15% circa che ancora non ha preso neanche l’appuntamento, nonostante ci siano state più chiamate da parte della Regione. I 4.900 over 80 riceveranno il messaggio per il “vaccino day” direttamente dal sistema informatico regionale, è stato stabilito ieri in una riunione.

Sono arrivate la quasi diecimila dosi di AstraZeneca e le 23mila di Pfizer: tutto secondo previsioni. Non c’è notizia ancora delle 2.550 di J&J. Gli AstraZeneca andranno ai 730 medici di base per proseguire la campagna vaccinale dei 70-79. In più di un caso c’è chi è rimasto senza scorte. Ieri sono stati raggiunti i 185.005 vaccinati (prima dose), con 246.673<TB>dosi totali somministrate rispetto alle 265.675 consegnate: con il 92,8% l’Umbria è terza a livello nazionale dietro a Veneto e Valle D’Aosta. Ma da Palazzo Donini hanno chiesto l’inserimento di altre cinquemila dosi somministrate non conteggiate. Il piano per arrivare a 18mila dosi giornaliere - in attesa che le scorte arrivino dopo una serie di annunci andati a vuoto - è in fase di rodaggio: oltre al coinvolgimento dei farmacisti è previsto l’apporto delle somministrazioni nei luoghi di lavoro. Sempre ieri vertice tra Prefettura, Regione e dirigenza scolastica: ipotesi di rientro in classe al 100% per prime e quinte superiori, gli altri al 50%, media al 60-65%. Orario d’entrata unico. Servirebbero 120 bus in più.

Oggi il passaggio con le istituzioni scolastiche. La Regione è disponibile a valutare il rientro al 100% per tutti, ma solo con doppio orario (8-10). Rassicurano i dati epidemiologici : zero morti ieri, 108 positivi e 152 attualmente contagiati in meno. Media regionale a 70 nuovi casi per 100 mila abitanti. A Gubbio scende sotto i 250. Perugia a 63 è quasi bianca.