Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bastia Umbra, dipendente ubriaco aggredisce il datore di lavoro con un forcone

  • a
  • a
  • a

 Aggressione al maneggio con tanto di forcone, denunciato un uomo di 38 anni. Gli agenti del commissariato di polizia di Assisi sono dovuti intervenire in un maneggio nella zona di Bastia Umbra evitando che accadesse il peggio. 

 

Il personale della squadra volante del commissariato di Assisi agli ordini del vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca è intervenuto in un maneggio del comprensorio di Bastia Umbra dove il proprietario della struttura ha riferito di essere stato aggredito da un suo dipendente. 
Arrivati sul posto, gli agenti del commissariato assisano oltre a colui che aveva richiesto l’intervento, hanno trovato un trentottenne, di nazionalità straniera, con una vistosa ferita al volto e palesemente in stato di ebbrezza alcoolica a causa di un forte alito vinoso, un linguaggio sconnesso e la difficoltà di mantenere la posizione eretta. 

 

Il proprietario del maneggio ha raccontato agli agenti che il trentottenne stava litigando animatamente con un altro dipendente, anch’egli straniero, per questioni di soldi.  L’uomo era intervenuto, quindi, al fine di separare i due, riuscendo, in un primo momento a far allontanare l’altro dipendente. Quest’ultimo però era riuscito a reperire un forcone col quale, brandendolo, si era scagliato contro il suo datore di lavoro. Il proprietario è riuscito miracolosamente ad afferrare il pericoloso utensile e a toglierlo dalle mani dell’uomo.  Ricostruita la dinamica degli eventi, anche grazie alla raccolta delle dichiarazioni delle persone che avevano assistito all’accaduto ed effettuata da parte degli agenti intervenuti, dopo aver ricevuto le cure del caso presso l’ospedale di Assisi, l’uomo è stato denunciato per il reato di minaccia aggravata. Nel 2016 si era verificato un episodio analogo, quando una donna che aveva aggredito un uomo  durante le operazioni di sgombero di un casolare era stata arrestata con l'accusa molto più grave di tentato omicidio.