Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, Corsa all'Anello 2021: cerimonie religiose senza costumanti per Offerta dei ceri e festa del patrono

  • a
  • a
  • a

Gli eventi dell'edizione 2021 della Corsa all’Anello di Narni, in provincia di Terni, saranno tutti rigorosamente in streaming e non ci sarà nessuna manifestazione in presenza, come già annunciato dal direttivo dell’Associazione Corsa all’Anello, nel fornire l’anticipazione sul programma dell’edizione digitale 2021 “Primo Aevo” (29 aprile – 3 maggio 2021). Il programma include, il 2 e 3 maggio 2021 le giornate riguardanti la festa del patrono San Giovenale. In questo senso la parrocchia, come confermato dal parroco, don Sergio Rossini, organizzerà eventi strettamente religiosi che seguiranno le regole imposte dal decreto.

La sera dell’Offerta dei Ceri (2 maggio) e il giorno del Patrono (3 maggio) il vescovo della diocesi di Terni, narni e Amelia, Giuseppe Piemontese, officerà le funzioni religiose in Cattedrale, ma non ci saranno costumanti della Corsa all’Anello. Le autorità dei terzieri, dell’Associazione Corsa e del Comune parteciperanno in abiti non medievali e non ci sarà alcuna rievocazione storica in costume. Insomma, niente tamburi e tubicine e nemmeno abiti medievali nei giorni dedicati al patrono, seguendo la linea dettata dall’Associazione Corsa all’Anello che ha dichiarato fermamente che “gli eventi si svolgeranno nelle modalità consentite dall’andamento della pandemia e non saranno in presenza a prescindere dal colore in cui sarà inserita l’Umbria nei giorni della manifestazione”.

La decisione presa dall’Associazione è a salvaguardia della sicurezza della cittadinanza nell’ambito dell’emergenza Covid – 19. Tutto il programma, quindi, si svolgerà sui canali digitali ufficiali della Corsa all’Anello. Per questo motivo verrà allestito uno “studio televisivo” al Palazzo dei Priori, da dove tutti gli appuntamenti verranno trasmessi in streaming proprio sui canali ufficiali della Corsa all’Anello. Il programma prevede conferenze, spettacoli, interviste, video, mostre e tour virtuali, momenti di intrattenimento ed appuntamenti gastronomici. Stessa prassi per i workshop, inseriti nel progetto più ampio dell’Università del Medioevo Ricostruito. I workshop, che avevano avuto un grande successo nell’edizione che si è tenuta lo scorso settembre, verranno ripetuti e presenteranno docenti di alto livello e a questi se ne aggiungeranno di nuovi. Tutte le lezioni saranno in streaming.