Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si schianta con l'auto a Magione, poi assale i carabinieri: ventenne arrestato

  • a
  • a
  • a

E’ stato arrestato per oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale uno dei ragazzi coinvolti nell’incidente di domenica pomeriggio a Magione. Il 20enne alla guida della Bmw infatti subito dopo l’arrivo del 118 e dei carabinieri sul posto, ha dato in escandescenza, colpendo proprio i militari che cercavano di calmarlo. Ieri, lunedì mattina 19 aprile, in tribunale si è tenuta l’udienza di convalida a carico del 20enne difeso dall’avvocato Marco Gambuli. Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, lo ha scarcerato imponendogli l’obbligo di dimora con divieto di uscire dalle 21 alle 6.

Durante la giornata è invece autorizzato ad andare a scuola, l’Itis di Perugia, e al lavoro a San Feliciano. Per muoversi però potrà usare i mezzi pubblici o dovrà farsi accompagnare. Il giudice gli ha infatti vietato di guidare l’automobile se non vuole finire ai domiciliari o in carcere. Nell’incidente che si è verificato intorno alle 17 in corso Marchesi e che ha provocato una fuga di gas, è rimasta ferita la ragazza a bordo della Bmw; è stata soccorsa dal 118. La dinamica è ancora al vaglio, ma da una prima ricostruzione sembrerebbe che l’auto, che proveniva dal lago in direzione Perugia, abbia effettuato un sorpasso prima del rettilineo di corso Marchesi. Il conducente ha perso il controllo ed è andato a urtare violentemente contro un muretto rompendo le tubature del gas.

Per questo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco e dei tecnici dell’azienda che gestisce la rete di distribuzione. Il corso del centro storico magionese domenica è stato teatro anche di un secondo incidente, questa volta in mattinata. Una vettura, a causa di un malore del conducente, è andata a sbattere contro la saracinesca di un negozio. In ambedue i casi gli incidenti, pur essendosi verificati in orari in cui molta gente era in strada, per fortuna non hanno coinvolto altre persone.