Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, cento dosi di eroina spacciate a minorenne. Due stranieri arrestati dalla guardia di finanza

  • a
  • a
  • a

A Terni, nell’ambito delle attività di controllo del territorio coordinate dal comando provinciale della guardia di finanza, anche attraverso l’impiego di unità cinofile, è stata eseguita un’ulteriore attività a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, che si è conclusa con l’arresto di due cittadini stranieri, uno francese ed uno tunisino. A seguito del sequestro di una dose di hashish e una di eroina in possesso di due ragazze ternane, di cui una minorenne, sono stati effettuati degli approfondimenti investigativi dai militari del gruppo di Terni, attraverso la prolungata osservazione della zona di spaccio, consentendo di appurare la flagranza di reato per altre tre cessioni di eroina ad altrettanti cittadini italiani, nonché di ricondurre le due precedenti – tra cui proprio quella nei confronti della minorenne – a un 36enne francese e a un tunisino di 34 anni conviventi nello stesso appartamento.

La successiva perquisizione domiciliare nei confronti degli indagati ha permesso di sottoporre a sequestro altri 25 grammi di eroina, due dosi di cocaina e diverse pasticche coni la sigla “2N”, presumibilmente Suboxone, la cui detenzione non sarebbe stata autorizzata. I due stranieri, a cui viene addebitata anche la circostanza aggravante dello spaccio nei confronti della minorenne, sono stati tratti in arresto e condotti presso la casa circondariale di vocabolo Sabbione, secondo le disposizioni impartite dal pm di turno. Gli investigatori hanno accertato almeno cento cessioni di eroina nei confronti della stessa ragazza ternana minorenne.

La successiva udienza di convalida ha confermato la stessa misura restrittiva della libertà personale degli arrestati, con la permanenza di entrambi in carcere. L’operazione fa seguito all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere di un marocchino 32enne, sorpreso con oltre 50 grammi di cocaina nel marzo 2020, nel pieno della pandemia da Covid-19. Anche in quella occasione le fiamme gialle del gruppo di Terni, dopo articolate attività d’indagine, anche mediante mezzi tecnici, avevano ricostruito un’intensa attività di spaccio con la cessione di oltre 860 dosi di cocaina e un giro d’affari di oltre 36 mila euro..