Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia 1416, probabile altra edizione solo online. Assemblea il 29 aprile

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

La data c’è: la sesta edizione di Perugia 1416 è fissata nei giorni 4, 5 e 6 giugno ma è difficile fare previsioni quando lo spettacolo dal vivo è ancora in attesa di riapertura e nuovi protocolli anti Covid da seguire. Perciò gli organizzatori si stanno di nuovo orientando verso una versione online secondo l’esperienza fatta a settembre con Medialweb che ha visto la sospensione delle gare sportive, del grande corteo e la conservazione solo di alcuni momenti live: l’ingresso di Braccio e l’incontro con i consoli al cassero di Porta Sant’Angelo e successivamente la consegna delle chiavi della città. Il direttivo del’Associazione in questi mesi si è più volte riunito, ma ancora non è stato definito il quadro: la svolta dovrebbe esserci alla prossima assemblea dei soci fissata per il 29 aprile sulla piattaforma Meet.

Ad andare avanti per ora è solo il concorso per la creazione del palio 2021 affidata, come sempre, agli allievi dell’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci. Una decina di studenti sono all’opera ma ancora non è stata costituita una commissione per selezionare il vincitore, probabilmente bisognerà attendere la fine di maggio per avere l’esito. E’ certo però che il palio non sarà conteso tra i Rioni, proprio come l’anno scorso, poiché la versione online non consente la disputa. La modalità virtuale consente meno fondi e anche da parte del Comune già dal bilancio 2020 c’è stato un taglio avvenuto nel bilancio 2020: le risorse stanziate infatti sono scese da 90 mila a 35 mila euro.

Il Comune, inoltre, con Perugia 1416 ha stipulato la concessione dei locali situati in via Oberdan 50 per la durata di nove anni e la corresponsione di un canone annuale di 1.252 euro. Intanto si ricorda che a gennaio è avvenuta la trasformazione di Perugia 1416 in associazione di promozione sociale con la riconferma del consiglio direttivo, guidato da Teresa Severini, prorogato al 30 settembre 2021 in modo da garantire la continuità nei progetti e portare avanti i lavori di preparazione della prossima edizione.