Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, trovati fuori Comune: multata coppia di Perugia

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Fermati e ispezionati 48 autoveicoli, identificate 71 persone da parte dei carabinieri di Gubbio. Sanzionati due ragazzi per il non rispetto delle normative anti Covid. La polizia locale ha controllato 38 autoveicoli e identificato 60 persone, quattro le persone sanzionate per il non corretto uso dei dispositivi anti Covid. A questi servizi vanno aggiunti quelli della guardia di finanza e dei carabinieri forestali.

 

Nel dettaglio i militari della compagnia eugubina al comando del capitano Fabio Del Sette hanno effettuato posti di controllo lungo le strade mirati anche alla sicurezza degli automobilisti. Sono stati fermati e identificati automobilisti, ispezionati i mezzi e controllati i documenti e i libretti di circolazione. Per quanto concerne i servizi mirati a far rispettare le misure antipandemiche in via Beniamino Ubaldi una pattuglia dell’aliquota radiomobile ha fermato e sanzionato una coppia di Perugia trentenne sorpresa a Gubbio senza motivo giustificato. Per entrambi è scattata la multa da 400 euro che si riduce del 30 per cento (280 euro) se pagata entro 5 giorni.

 

 

La polizia locale, al comando del tenente colonnello Elisa Floridi ha effettuato oltre venti controlli in altrettanti locali ed esercizi pubblici. In due casi sono state riscontrate irregolarità per quanto riguarda la merce d’asporto, mentre altre due persone sono state sanzionate con la multa da 400 euro per il non corretto uso delle mascherine. Pattuglie sono poi intervenute in corso Garibaldi all’incrocio con via Cairoli dove erano stati segnalati assembramenti. In questo caso non sono state rilevate irregolarità così come a Mocaiana e a Padule. Mercoledì mattina 14 aprile, con la ripresa della didattica in presenza al 50 per cento negli istituti superiori scenderà in campo una vera e propria task force composta da carabinieri, polizia locale, guardia di finanza, carabinieri forestali, protezione civile che controlleranno le zone davanti alle scuole, le fermate dei bus per garantire il distanziamento sociale e il corretto uso delle mascherine.