Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid Umbria, 85mila vaccini somministrati agli anziani. I nuovi casi sono 40, due i morti. Il bollettino

  • a
  • a
  • a

In Umbria al momento (12 aprile, ore 20) sono più di 85 mila i vaccini somministrati agli anziani che hanno più di ottant'anni. Il dato è pubblicato dal sito del governo che fa il punto sulla campagna in Italia in tempo reale. Per l'esattezza sono oltre 17mila le somministrazioni agli over 90, mentre nella fascia 80-89 anni, le iniezioni sono state poco più di 68 mila. Il dato ovviamente è in continua evoluzione e il portale del ministero viene aggiornato diverse volte ogni giorno. Complessivamente sino ad ora in Umbria sono state inoculate oltre 195mila delle 231mila dosi consegnate. Dopo la categoria 80-89 anni, quella che fa registrare il maggior numero di somministrazioni (dal punto di vista dell'età, si intende) è quella dei 50-59 anni.

Ovviamente all'interno ci sono cittadini di tutte le categorie professionali autorizzate, a partire dagli operatori sanitari e sociosanitari, oltre a forze armate e personale scolastico. Fino ad ora è stato quindi somministrato l'84.4% dei farmaci consegnati. La categoria anagrafica che appare maggioramente in ritardo è quella dei 70-79 anni su cui si spera che nei prossimi giorni si registri una vera e propria accelerazione. Dal punto di vista del bollettino (lunedì 12 aprile), gli attualmente positivi in Umbria sono sotto quota 4mila. Per l'esattezza 3.902 e quindi 128 in meno rispetto al giorno precedente (domenica 11 aprile). Sono stati registrati 40 nuovi casi, mentre le guarigioni sono state 166.

Purtroppo altri due morti. I tamponi analizzati sono stati 425 e quindi il tasso di positività è al 3.78%, percentuale molto più bassa rispetto a quella di sette giorni prima, quando era del 6.1%.  I ricoverati negli ospedali della regione sono nel complesso 317, quindi quattro in più della giornata di domenica. Di questi 41 nei letti dei reparti di terapia intensiva. Stando ai dati riportati dal sito del ministero della Salute, restano in isolamento domiciliare 3.585 contagiati. Dall'inizio della pandemia il totale ufficiale dei casi è di 58.484. Di questi sono guariti in 47.284, mentre il numero dei morti è 1.298.