Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola, a Perugia lavori nelle superiori: istituti tutti pronti per la riapertura

  • a
  • a
  • a

In assenza di studenti, a Perugia le scuole superiori hanno colto l’occasione per migliorare i propri spazi, dotarsi di nuovi strumenti tecnologici e soprattutto abbellire e sanificare. E’ quanto è successo in questo periodo al liceo scientifico Alessi dove il preside Silvio Improta ha disposto tinteggiatura, ampliamento degli spazi e acquisto di nuovi computer. I lavori, in particolare, hanno interessato palestra, corridoi e aule, quest’ultime ampliate, ritinteggiate e dotate tutte di nuovi computer per le lavagne interattive multimediali. Gli interventi sono stati finanziati con i fondi interni della scuola, per una spesa di circa 30 mila euro per l’acquisto dei computer e circa 35 mila euro per le tinteggiature. Altro lavoro appena concluso all’Alessi riguarda il parquet della palestra, danneggiato dalle piogge durante l’inverno, e adesso completamente risistemato con fondi della Provincia.

Anche all’istituto Aldo Capitini, diretto sempre da Improta, si è pensato di fare migliorie in questi mesi: aule nuove, rinnovo di attrezzature informatiche in alcuni laboratori e sono stati sostituiti parte dei proiettori con maxischermo. “Tutto è in ordine per la riapertura”, commenta la dirigente scolastica Rita Coccia alla guida dell’istituto Alessandro Volta di Piscille. “Noi abbiamo pulito e sanificato ancora molto bene tutte le aule e i laboratori e, mentre eravamo in Dad, la Provincia ha concluso dei piccoli interventi migliorativi”. Grandi progetti all’istituto Cavour Marconi Pascal con sedi a Olmo e Piscille. “L’istituto ha approfittato di questo periodo di pandemia per iniziare un percorso di riammordernamento e progressivo innalzamento dei livelli di sicurezza di tutti i laboratori, in particolare quelli di macchine della sede di Olmo”, racconta la dirigente Maria Rita Marconi.

“Con la Provincia - prosegue - sono stati concordati lavori edili per migliorare i percorsi e per creare nuovi spazi a norma anti contagio dove mettere a punto ambienti di apprendimento sicuri. È stato quindi redatto un programma di miglioramento interno che porterà alla dismissione di macchinari obsoleti tramite un’asta pubblica, che si terrà nei prossimi giorni. Da qui si realizzerà una migliore fruizione degli spazi e si avranno nuove risorse per avere torni, frese, trapani, macchine a controllo numerico e altri utensili a norma di legge per arricchire l'offerta formativa con nuovi percorsi didattici”. Nella sede del Pascal a Piscille, riporta sempre la dirigente Marconi, “abbiamo fatto una profonda pulizia e migliorie sia all’interno che all’esterno”. Infine le scale mobili di via Pellini, tornate in funzione, eviteranno l’impervia salita agli studenti del liceo classico Mariotti.