Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Umbria diminuiscono contagi e terapie intensive. Il punto sul vaccino

  • a
  • a
  • a

Nell'emergenza per la pandemia Covid 19 la situazione in Umbria sta migliorando. La curva epidemiologica è in discesa. Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, nel corso della conferenza stampa settimanale di aggiornamento sui dati. Hanno partecipato all'incontro anche il commissario per l'emergenza sanitaria, Massimo D'Angelo, e Mauro Cristofori e Carla Bietta, medici del Nucelo epidemiologico regionale. Coletto nel suo intervento ha spiegato che diminuisce l’occupazione delle terapie intensive da parte dei pazienti affetti da Covid, mentre il Nucleo epidemiologico regionale ha confermato che l’indice Rt in Umbria attualmente è a 0.71, mentre sono ancora molti i casi legati alle varianti del virus, in particolare quella inglese.

Sulla campagna vaccinale, inoltre, l’assessore Coletto ha messo in risalto come “sia importante in questa fase la programmazione che deve, necessariamente, basarsi su consegne certe delle dosi. Una programmazione puntuale favorisce anche una comunicazione chiara ai cittadini che sono in attesa di essere vaccinati”. D’Angelo, inoltre, ha riferito che in Umbria il numero di somministrazioni di vaccino attualmente è 170.243 e su un target di 45.029 soggetti vulnerabili per patologia, 30.644 hanno effettuato la prenotazione, mentre a 6.222 è stata inoculata almeno una dose di vaccino.  Complessivamente quindi, è 36.866 il totale tra coloro che si sono prenotati e i cittadini che sono stati già vaccinati, l’82%.

Per quanto riguarda gli over 80, invece, su 90.084 soggetti, 52.384 hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, 17.639 hanno effettuato la prenotazione.  Di conseguenza 70.023 (78%) è il totale di prenotati o vaccinati. Dai medici di medicina generale sono stati segnalati 30.050 cittadini vulnerabili per patologia, di questi 2.0715 sono già prenotati, mentre al 7 aprile i conviventi di soggetti ad alto rischio segnalati per la vaccinazione sono 12.600. Entro la prossima settimana è prevista la firma del protocollo che permetterà la somministrazione delle dosi di vaccino anche nelle farmacie