Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marsciano, tornano i furti in appartamento, denunciati dieci colpi

Massimo Fraolo
  • a
  • a
  • a

Dieci furti nelle abitazioni, una di queste visitata dai ladri per la settima volta in pochi anni. E’ successo tra le frazioni di Spina e Mercatello, nel comune di Marsciano.

 

Le ultime incursioni, tutte avvenute nel tardo pomeriggio e intorno all’ora di cena, prevalentemente in case di campagna, o poco a ridosso del centro abitato, sono dei giorni precedenti alla Pasqua. A denunciare una situazione “ormai insostenibile”, sono proprio i residenti dei piccoli centri a nord del territorio comunale, spaventati ma anche esasperati da queste ultime azioni, che in alcuni casi sono state notate dagli stessi proprietari, che hanno messo in fuga i ladri. Uno dei furti (per fortuna sventato) è stato tentato in una casa abitata da una anziana, che vive sola e che ha subito negli ultimi anni almeno altri sei interventi di questo tipo. Oro ed effetti personali, come sempre, nel bottino dei malviventi. A Mercatello, una delle famiglie ha trovato i ladri in casa al momento del rientro, non riuscendo ad individuare i loro volti ma sentendosi dire “state calmi e non vi succederà nulla”. A Spina, che oltre a quella di Mercatello è una delle frazioni maggiormente colpite, insieme a Sant’Apollinare, c’è anche chi li ha visti arrampicarsi con una corda, per arrivare su un balcone esterno. Contanti, oro e tutto quello che è stato possibile trovare, nel bottino dei ladri, che in un’altra casa hanno prelevato anche una fuciliera in legno, con all’interno una piccola cassaforte. Merce selezionata durante la fuga e poi abbandonata in terra. Alcune azioni sono avvenute con le famiglie all’interno delle mura domestiche. E’ quanto accaduto ad un altro abitante di Spina, che per le disposizioni legate all’emergenza sanitaria si trovava da giorni all’interno della propria abitazione, perché in quarantena. Sentendo dei rumori sospetti, durante l’ora di cena, ha trovato i malviventi sul terrazzo e nell’inseguirli si è visto tirare addosso dei sassi, mentre se la davano a gambe.

 

Difficile non pensare a un collegamento tra le varie azioni, sia per le dinamiche di intervento, pressoché identiche, sia per la fascia oraria in cui sono avvenute.