Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, cartoline personalizzate per gli ospiti della Muzi Betti

Paolo Puletti
  • a
  • a
  • a

Da sempre verso la Muzi Betti di Città di Castello c’è stato affetto e solidarietà, ma in questo ultimo anno disastrato causa Covid, la sede che ospita i tanti anziani il più delle volte soli e affetti da gravi patologie, la solidarietà vera e concreta si è fatta sentire da parte di tanti soggetti sociali e privati.

 

Come alla vigilia di Pasqua, quando sono state consegnate 70 cartoline, una per ogni attuale ospite della casa di riposo. Cartoline personalizzate con tanto di dedica affettuosa e relativi auguri di Pasqua. Nell’era dei messaggi in serie e delle mille trovate hi-tech c’è chi riesce a stupire e commuovere attraverso metodi di comunicazione d’altri tempi, ma forse un po' più veri. Gradita sorpresa alla Asp Muzi Betti ieri mattina, dunque. Vestiti con i caratteristici e coloratissimi abiti dei clown alcuni rappresentanti dell’associazione Hakuna Matata, che volontariamente prestano servizio alle strutture diurne con l’obiettivo di portare allegria, gioia e affetto attraverso attività ludico-ricreative, hanno compiuto un bellissimo gesto consegnando ad ogni ospite una cartolina con un messaggio strappalacrime. “Un abbraccio vale più di mille parole”. “Molte volte si dà per scontata la fatica che richiede un’intera giornata, ma se osservi bene ti viene ripagata da chi fai sentire sempre ben amata. Buona Pasqua”.

 

Questi sono alcuni dei messaggi scritti a colori nelle settanta cartoline che sono state consegnate agli anziani ospiti dal personale addetto, che presta servizio nella struttura meta continua in questo periodo, di numerose iniziative di solidarietà, affetto e vicinanza. 
“Un modo davvero singolare e commovente di fare gli auguri di buona Pasqua ai nostri ospiti tramite una cartolina indirizzata a ciascuno di loro, insieme ad alcuni dolci della tradizione. L’augurio è quello di continuare tutti insieme nello stesso cammino, per tornare poi a sorridere più vicini e abbracciarci”, ha dichiarato la presidente della Muzi Betti, Andreina Ciubini.