Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, Rasiglia guarda al futuro e si prepara ad accogliere turisti alla fine dell'incubo Covid

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

Rasiglia, la splendida frazione montana del comune di Foligno, resiste ai lunghi mesi di Covid e alle restrizioni sugli spostamenti e lo fa investendo sul futuro. In questi giorni che anticipano le festività pasquali i membri dell'Associazione Rasiglia e le sue sorgenti, si sono messi al lavoro facendo manutenzioni agli spazi verdi e abbellendo il grazioso borgo che anche per questa Pasqua non ospiterà i turisti visto il divieto di spostamento nella zona rossa nazionale.

“A Rasiglia ci prepariamo per la primavera – spiegano dall'associazione - Nonostante questa terribile pandemia sembri aver arrestato tutto, la natura non si ferma: l’erba continua a crescere, le gemme a sbocciare, la sorgente si ingrossa per le nevi e le piogge invernali e non smette di sgorgare impetuosa. E allora, anche i rasigliani non si fermano. In questi giorni i nostri fantastici Alvaro e Nazzareno hanno tagliato l’erba con pazienza e fatica in tutto il paese. Anche se non sembra, come associazione stiamo continuando a lavorare, in silenzio e appassionatamente, come abbiamo sempre fatto. Stiamo imparando a trovare anche nelle avversità un motivo per andare avanti”.

I rasigliani, infatti, si sono dati lo stesso da fare in questi mesi in modo da prepararsi nella maniera migliore possibile per quando sarà possibile tornare a viaggiare e quindi a visitare il borgo, bonificando le rive del fiume Menotre che costeggiano il paese e in particolare il tratto che si snoda lungo la strada che porta alla frazione di Verchiano.

Si è anche pensato di montare delle staccionate, di collocare panchine e fioriere bianche per rendere la passeggiata più accogliente e permettere ai visitatori oltre che un momento di ristoro, anche la possibilità di contemplare le bellezze naturalistiche del posto caratterizzate dal passaggio del corso d'acqua. Il mese scorso Rasiglia ha ricevuto una menzione speciale per il Premio nazionale del paesaggio. L'annuncio è arrivato nel corso della première con il ministro della Cultura, Dario Franceschini, sul canale YouTube del ministero, in occasione della Giornata nazionale del paesaggio.